Fact checking e fake news

Bollette: Stop ai maxi-conguagli vale per le componenti variabili e fisse

Federconsumatori esprime “grande apprezzamento per il pronunciamento dell’Arera” e promette di vigilare “affinché le compagnie si attengano a tale indicazione”

Lo stop ai maxi-conguagli introdotto con la Legge di Stabilità del 2018, che vieta ai fornitori di acqua, luce e gas di pretendere conguagli per consumi avvenuti più di due anni prima, vale per tutte le componenti della bolletta, quelle variabili e quelle fisse. È il pronunciamento di Arera su una questione che aveva creato qualche perplessità tra operatori e consumatori.

FEDERCONSUMATORI: GRANDE APPREZZAMENTO PER IL PRONUNCIAMENTO DELL’ARERA

“Esprimiamo grande apprezzamento per il pronunciamento dell’Arera”, ha sottolineato Federconsumatori in una nota ricordando che in molti casi sono state richiesti “il pagamento delle quote legate alla potenza, sostenendo che la prescrizione si applichi solo alle quote relative ai consumi”.

VIGILEREMO AFFINCHÉ LE COMPAGNIE SI ATTENGANO A TALE INDICAZIONE

Secondo Federconsumatori si tratta di “un importante chiarimento, quello fornito dall’Autorità, che ristabilisce equità di fronte alle pretese illegittime delle compagnie, che troppo spesso sfruttano cavilli e mancate specifiche all’interno delle normative per riscuotere costi impropri. Sarà nostra cura vigilare affinché le compagnie si attengano a tale indicazione dell’Arera”.