Sostenibilità

Capacity Market e Fer, cosa chiede l’Anev al Governo

eolico

L’Arera ha dato parere positivo per il Capacity Market, ma il settore delle rinnovabili attende da anni il Decreto FER 1


Relativamente al recente parere positivo dell’ARERA sul Decreto Ministeriale inviato dal Ministero dello Sviluppo Economico sul Capacity Market, la cui emanazione risulterebbe quindi imminente, l’ANEV segnala la necessità di dare priorità alle Fonti Rinnovabili con la pubblicazione del DM FER1 atteso da fine 2016.

Dare priorità al Capacity Market, rispetto all’emanazione del Decreto FER 1 che il settore delle rinnovabili e dell’eolico attendono da anni, lascia intravedere una mancanza di attenzione delle Istituzioni nei confronti del settore rinnovabile e di quanto previsto nel Programma di Governo.

L’ANEV segnala che perdere ulteriore tempo nell’emanazione del DM FER1 significa perdere i benefici connessi con lo sviluppo dell’eolico e delle rinnovabili e mettere a rischio un intero settore industriale, con la conseguente perdita di posti di lavoro. Il solo settore eolico ha già pronti investimenti privati per oltre 10 miliardi da oggi al 2030, che di questo passo andranno persi.

Non vanno inoltre trascurati gli impegni presi per il clima dall’Italia con gli Accordi di Parigi e quelli che si dovranno adottare nel Piano Nazionale Energia e Clima per il raggiungimento degli obiettivi al 2030, per raggiungere i quali l’ANEV torna a chiedere alla Presidenza del Consiglio di definire una cabina di regia che possa coordinare le attività dando priorità alla attuazione del contratto di governo largamente disatteso per il nostro settore.

È necessario e urgente che il Governo intervenga tempestivamente per porre, come da sempre annunciato, al centro della propria politica energetica il settore delle rinnovabili e dell’eolico e per dare il via ad un nuovo paradigma energetico.