Scenari

Chevron cerca nuovi investimenti in Iraq

Chevron

Chevron sta pensando a un memorandum d’intesa con il governo iracheno per esplorare e sviluppare ulteriormente uno dei giacimenti petroliferi iracheni di Nassiriya

Il gigante petrolifero statunitense Chevron è alla ricerca di un nuovo investimento petrolifero e sta cercando nell’area potenzialmente redditizia e instabile dell’Iraq.

SI PUNTA SU NASSIRIYA

La Chevron sta pensando a un memorandum d’intesa con il governo iracheno per esplorare e sviluppare ulteriormente uno dei giacimenti petroliferi iracheni di Nassiriya nel sud, secondo fonti che hanno parlato al Wall Street Journal.

Le dimensioni e la portata del potenziale accordo non sono ancora state definite, ma probabilmente sarà un accordo piccolo nei termini di centinaia di milioni di dollari.

Il giacimento petrolifero è difficile da esplorare, secondo il WSJ, ma le stime parlano di circa 4,4 miliardi di barili di greggio.

Attualmente, il giacimento petrolifero di Nassiriya produce circa 90.000 barili al giorno – ma il giacimento petrolifero – e il paese in generale – è stato scosso dalle proteste, aggiungendo un ulteriore livello di rischio per chiunque voglia investire in Iraq.

LE MOSSE DI CHEVRON

L’investimento arriva dopo l’acquisizione della Noble Energy per 5 miliardi di dollari da parte di Chevron, che ha aiutato la major statunitense a mettere le mani sul gigantesco giacimento di gas di Leviathan in un momento in cui la maggior parte delle compagnie petrolifere e del gas sono impegnate a tenere a bada i conti piuttosto che fare nuovi investimenti.

Nonostante la sua ricerca di ulteriori investimenti, Chevron ha registrato infatti una perdita netta di 8,3 miliardi nel secondo trimestre.