Sostenibilità

Clima, sciopero globale per il clima il 19 marzo 2021

clima

Ai leader mondiali chiedono azioni immediate, concrete, e in linea con i più accurati studi scientifici, in risposta alla crisi climatica che stiamo vivendo

Nel mezzo delle crisi sanitaria, sociale ed economica che il mondo continua ad affrontare all’inizio dell’anno nuovo, le persone al potere stanno continuando a tradire le giovani generazioni, le azioni necessarie a contrastare la crisi climatica sono ancora un miraggio, la salute e l’istruzione sono lasciate da parte per garantire i profitti di pochi. Di conseguenza, le attiviste e gli attivisti per il clima annunciano il primo sciopero globale per il clima del 2021, nella data del 19 marzo. È quanto scrivono gli organizzatori in una nota chiedendo ai leader mondiali azioni immediate, concrete, e in linea con i più accurati studi scientifici, in risposta alla crisi climatica che stiamo vivendo .

“Queste misure necessarie non possono più essere rimandate – proseguono -. I disastri meteorologici e climatici hanno colpito fin troppi paesi già l’anno scorso, dagli incendi che hanno afflitto parti dell’Australia, del Nord America e L’America Latina, agli uragani e inondazioni mai visti in Africa, alle tempeste che hanno devastato l’America Centrale e il Sudest asiatico, come anche gran parte dell’Italia. Non servono a niente obiettivi di riduzione delle emissioni lontani nel tempo se non sono seguiti da azioni concrete oggi. Abbiamo bisogno che i fondi del Next Generation Eu vengano usati per politiche per azzerare le emissioni di gas serra che alimentano la crisi climatica”, sostengono gli attivisti.

“Ciò di cui abbiamo bisogno ora non sono vuote promesse, ma obiettivi annuali di carbonio vincolanti e tagli immediati delle emissioni in tutti i settori della nostra economia. Quando la tua casa è in fiamme, non aspetti 10, 20 anni prima di chiamare i vigili del fuoco; agisci immediatamente e con ogni mezzo”, ha detto Greta Thunberg.