skip to Main Content

Come si muovono Usa, Germania ed Ucraina sul Nord Stream 2

Nord Stream 2

Cosa si sono detti i ministri dell’Energia di Ucraina, Stati Uniti e Germania sul Nord Stream 2 e Russia

La benedizione degli Usa al Nord Stream 2, l’infrastruttura che porterà il gas russo verso Berlino, bypassando l’Ucraina, ha scatenato le ire di Kiev, che chiede garanzie importanti per non dover rinunciare al denaro in arrivo dalla tasse di transito. Ed è in nome di queste garanzie che ministri dell’Energia di Ucraina, Stati Uniti e Germania si sono incontrati nelle scorse ore.

Abbiamo discusso di “una serie di passi che possono essere presi insieme in termini di garanzie reali per l’Ucraina per quanto riguarda la conservazione del transito”, ha il Ministro dell’energia dell’Ucraina, Herman Halushchenko. “Siamo partiti dalla posizione che è stata dichiarata e espressa dal presidente dell’Ucraina – che non possiamo permettere alla Federazione Russa di usare il gas come arma”, ha aggiunto.

L’Ucraina, nei giorni scorsi, si è aspramente opposta all’accordo tra Washington e Berlino sul Nord Stream 2: Kiev, secondo quanto riporta Reuters, teme che la Russia possa utilizzare il gasdotto, che porterà il gas russo in Germania sotto il Mar Baltico, per privare l’Ucraina di lucrative tasse di transito.

Usa e Germania proveranno ad evitarlo. In occasione dell’incontro, il ministro tedesco dell’economia e dell’energia Peter Altmaier ha anche sostenuto che Berlino intende sostenere la transizione dell’Ucraina verso le energie rinnovabili.

 

Back To Top