Fact checking e fake news

Come vanno i conti di Saipem

Cao: Abbiamo registrato significative acquisizioni di nuovi ordini che migliorano la visibilità per il 2019 pur in un contesto di mercato che ancora non mostra evidenti segnali di ripresa

Il cda di Saipem ha approvato ieri i conti del primo trimestre che vedono un ritorno all’utile netto per 21 milioni (dalla perdita di 2 milioni dell’anno scorso) a fronte di “solidi risultati della divisione Engineering & Construction Offshore grazie a buone performance operative”.

SI CONFERMA LA GUIDANCE 2019

Confermata la guidance 2019, con ricavi di circa 9 miliardi di euro, una marginalità a livello di Ebitda adjusted superiore al 10% e un indebitamento finanziario netto a circa 1 miliardo. Per quanto riguarda il primo trimestre il gruppo ha registrato ricavi per 2,156 miliardi (+12,6%), un Ebitda di 266 milioni (+32,3%) e un Ebit di 118 milioni (da 87 milioni). Il risultato netto adjusted, al netto di componenti straordinarie, si attesta a 29 milioni (da 11 milioni). Significativa l’acquisizione di nuovi ordini, che si attesta a 2,517 miliardi (da 1,023 miliardi).

SOUTH STREAM: OBIETTIVO COMPLETARE TRANSAZIONE ENTRO BREVE

Per quanto riguarda South Stream, il gruppo conferma l’obiettivo di completare in tempi molto brevi la transazione amichevole dell’arbitrato in corso da novembre 2015: in ogni caso, gli effetti dell’ipotesi transattiva sono già stati recepiti dal bilancio 2018.

CAO: SIGNIFICATIVE ACQUISIZIONI DI NUOVI ORDINI CHE MIGLIORANO LA VISIBILITÀ PER IL 2019

“I risultati del primo trimestre del 2019 confermano la buona performance operativa e gestionale già registrata nel corso del 2018, in particolare grazie ai solidi risultati della divisione Engineering & Construction Offshore – ha commentato l’amministratore delegato di Saipem Stefano Cao -. Abbiamo registrato significative acquisizioni di nuovi ordini che migliorano la visibilità per il 2019 pur in un contesto di mercato che ancora non mostra evidenti segnali di ripresa”. Saipem-12000-drillship

PREVISIONI PER L’ESERCIZIO 2019

“Una elevata volatilità del prezzo del petrolio e livello ancora contenuto dei nuovi investimenti delle oil company caratterizzeranno, con tutta probabilità, anche il 2019 – spiega Saipem -. Il portafoglio ordini a fine 2018, abbinato alle acquisizioni del primo trimestre 2019 e alle previsioni sulle offerte commerciali in corso, consente di prevedere ricavi di circa 9 miliardi di euro per l’esercizio 2019, con una marginalità a livello di EBITDA adjusted superiore al 10%. Gli investimenti tecnici sono previsti attorno ai 500 milioni di euro, mentre l’indebitamento finanziario netto pre IFRS 16 è prevista attestarsi a circa 1 miliardo di euro a fine 2019.