Scenari

Dl Agosto, Arrigoni (Lega): estendere beneficiari superbonus

arrigoni

Chiediamo l’estensione del superbonus per le strutture alberghiere, per le scuole paritarie e per l’allaccio a sistemi di teleriscaldamento efficiente a tutti i comuni e dunque non solo a quelli montani

“Ci sono voluti diversi mesi ma finalmente anche il governo ha capito che il termine di 18 mesi per la realizzazione dei lavori di efficientamento energetico e adeguamento antisismico che possono beneficiare del superbonus risulta troppo ridotto. Per non rischiare di vanificare la norma perche’, come spesso accade, la maggioranza non riesce a trovare l’accordo al proprio interno, con gli emendamenti presentati dalla Lega al dl Agosto chiediamo innanzitutto di promuovere l’estensione della misura fino al 31 dicembre 2023”. Cosi’ il senatore della Lega Paolo Arrigoni, responsabile del Dipartimento Energia, primo firmatario di una serie di emendamenti al dl Agosto sul tema superbonus.

ESTENDERE SUPERBONUS A STRUTTURE ALBERGHIERE, SCUOLE PARITARIE E ALLACCI TELERISCALDAMENTO A TUTTI I COMUNI

“Con le nostre proposte di modifica – spiega il leghista – chiediamo l’estensione del superbonus per le strutture alberghiere, per le scuole paritarie e per l’allaccio a sistemi di teleriscaldamento efficiente a tutti i comuni e dunque non solo a quelli montani: sosteniamo quindi il settore turistico ricettivo come anche le scuole paritarie, che sono state pesantemente colpite e rischiano di subire ulteriori danni per l’impossibilita’ di far fronte ad interventi di riqualificazione edilizia. In entrambi i casi, dunque, l’estensione del superbonus consentirebbe quegli interventi di efficientamento volti a ridurre in modo significativo i costi di gestione, ha spiegato Arrigoni.

RISOLVERE IL PROBLEMA DELLE AGEVOLAZIONI A IMMOBILI A1

“Infine, la Lega chiede di risolvere l’esclusione dalle agevolazioni per le unita’ immobiliari classificate A1 che sono ricomprese nei condomini, non correttamente considerate privilegiate e l’estensione anche a favore dei soggetti che hanno sostenuto, in anni precedenti al 2020, spese per interventi di efficientamento energetico o di adeguamento antisismico della possibilita’ di optare per la cessione del credito per l’ammontare pari alle rate di detrazione residue ad essi spettanti”, ha concluso Arrigoni.