skip to Main Content

Domanda europea gas in calo nel 2022 a causa del carbone più economico. Il report Aie

Iea, Rapporto Sul Petrolio

Attualmente, il prezzo del gas all’hub olandese TTF per marzo è di circa 30 dollari/mmmBtu, mentre il Gnl spot asiatico per marzo è a 27 dollari/mmBtu.

La domanda europea di gas diminuirà quest’anno a causa dei prezzi elevati che renderanno il carbone più competitivo per la produzione di energia, mentre la crescita della domanda asiatica potrebbe rallentare. Lo ha affermato l’Agenzia internazionale per l’energia (Aie) nel suo rapporto trimestrale sul mercato del gas.

DOMANDA DI GAS IN CALO

L’anno scorso, il consumo di gas in Europa è aumentato di circa il 5,5% a 552 miliardi di metri cubi. Tuttavia, la domanda dovrebbe diminuire di circa il 4,5% quest’anno a 527 miliardi di metri cubi, in parte trainata dalla riduzione della combustione di gas nel settore energetico che potrebbe diminuire del 6% dal 2021, ha affermato l’Aie. “Si prevede che la produzione di energia elettrica dal gas diminuirà a causa della forte espansione delle energie rinnovabili, mentre i prezzi elevati del gas continueranno a pesare sulla sua competitività rispetto alla generazione a carbone”, si legge nel rapporto.

I prezzi del gas in Europa e in Asia sono saliti a livelli record lo scorso anno, mentre i prezzi negli Stati Uniti sono saliti ai massimi degli ultimi dieci anni, spinti dalla riduzione dell’offerta, dai bassi livelli di stoccaggio, dalle interruzioni delle infrastrutture e dalla concorrenza per i carichi di gas naturale liquefatto (GNL).

LA C ONCORRENZA DEL CARBONE

Sebbene anche i prezzi del carbone europeo e dell’Ue siano aumentati, sono rimasti indietro rispetto al picco dei prezzi del gas, facendo sì che i costi marginali a breve termine si spostino a favore dell’utilizzo del carbone per generare elettricità.

In Europa, le forniture tramite gasdotti inferiori al solito provenienti dalla Russia, unite alle preoccupazioni per l’interruzione dell’approvvigionamento in caso di sanzioni contro la Russia dovute a una possibile invasione dell’Ucraina, hanno contribuito a mantenere i prezzi elevati quest’anno e continuano a incentivare un maggiore utilizzo del carbone nei paesi che possono passaggio tra combustibili.

Quest’anno, i prezzi del gas europeo e del Gnl asiatico dovrebbero raggiungere, rispettivamente, una media di 26 e 27 dollari per milione metrico di unità termiche britanniche (mmBtu) – entrambe le medie annuali più alte di tutti i tempi – a causa dei continui livelli di scorte bassi e della riduzione dell’offerta, ha affermato l’Aie nel report.

PREZZI A MARZO A QUOTA 30 DOLLARI AL TTF

Attualmente, il prezzo del gas all’hub olandese TTF per marzo è di circa 30 dollari/mmmBtu, mentre il Gnl spot asiatico per marzo è a 27 dollari/mmBtu. I prezzi elevati sono previsti fino alla metà dell’anno poi potrebbero diminuire se la disponibilità dell’offerta dovesse migliorare, ha affermato l’Aie. Negli Stati Uniti, tuttavia, i prezzi di Henry Hub dovrebbero raggiungere una media vicina ai livelli del 2021, a 4 dollari al mmBtu.

AUMENTATO EXPORT DALLA RUSSIA

Nonostante un calo delle esportazioni dai gasdotti della Russia nel quarto trimestre dello scorso anno, nel 2021 le esportazioni di gas del paese verso l’Europa, inclusa la Turchia, sono aumentate del 4% su base annua, mentre i flussi verso l’Unione Europea sono diminuiti del 3%. Quest’anno, la produzione russa complessiva è stimata a 763 miliardi di metri cubi, rispetto ai 761 miliardi di metri cubi dell’anno scorso, ha sottolineato l’Agenzia internazionale per l’energia.

IL RESTO DEL MONDO

In Asia, la domanda di gas è aumentata del 7% lo scorso anno, ma si prevede che quest’anno rallenti al 5% a 950 miliardi di metri cubi. La domanda cinese è aumentata del 12% lo scorso anno a causa di un rimbalzo dell’attività economica, ma quest’anno potrebbe moderare la crescita all’8% a 394 miliardi di metri cubi a causa del rallentamento della crescita economica, dei prezzi all’importazione più elevati e del clima stagionale più normale.

Aie prevede infine che la domanda di gas dell’India aumenterà dell’8% quest’anno, dopo un aumento del 5% nel 2021. In Nord America, la domanda di gas è aumentata dello 0,9% lo scorso anno e si prevede una crescita di circa l’1% quest’anno a 1.091 miliardi di metri cubi.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore