Scenari

La Ue contro i black-out: arriva nuovo regolamento

sudafrica energia

Tutti gli Stati membri dovranno mettere in atto strumenti adeguati per prevenire, preparare e gestire le situazioni di crisi nella fornitura di elettricità

Nuovi metodi comuni per l’individuazione di possibili scenari di crisi elettriche e migliore protezione contro i black-out. È quanto prevede il nuovo regolamento sulla preparazione al rischio del settore elettrico, parte integrante delle priorità della Commissione Juncker per costruire “un’Unione dell’energia resiliente e una politica lungimirante in materia di cambiamenti climatici”. La commissione Ue ha trovato infatti un accordo politico sul nuovo regolamento Ue in materia anche se il testo dovrà essere formalmente approvato dal Parlamento europeo e dal Consiglio. Una volta approvato dai due legislatori nei prossimi mesi, il regolamento sarà pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione ed entrerà in vigore.

COSA DICE IL NUOVO REGOLAMENTO

Il nuovo regolamento fornirà nuovi metodi comuni per l’individuazione di possibili scenari di crisi elettriche a livello nazionale e regionale; garantirà la massima preparazione alle crisi elettriche e la loro gestione efficace attraverso la preparazione e la pubblicazione di piani di preparazione al rischio elaborati dagli Stati membri sulla base degli scenari di crisi elettriche benindividuate; aiuterà le autorità nazionali a prevenire e gestire le situazioni di crisi in cooperazione tra loro in uno spirito di solidarietà; istituirà un nuovo quadro per un monitoraggio più sistematico delle questioni di sicurezza dell’approvvigionamento attraverso il gruppo di coordinamento dell’elettricità e garantirà che i mercati possano funzionare il più a lungo possibile.

COMMISSARIO CANETE: TUTTI GLI STATI MEMBRI DOVRANNO METTERE IN ATTO STRUMENTI ADEGUATI PER PREVENIRE, PREPARARE E GESTIRE LE SITUAZIONI DI CRISI

“L’accordo è un altro importante risultato nella nostra transizione verso un sistema energetico pulito e sicuro – ha sottolineato in una nota Miguel Arias Cañete, commissario per l’Azione per il clima e l’energia -. I mercati dell’elettricità di oggi sono sempre più interconnessi. Ora gli europei saranno meglio protetti contro i black-out. Tutti gli Stati membri dovranno mettere in atto strumenti adeguati per prevenire, preparare e gestire le situazioni di crisi nella fornitura di elettricità. Anche quando i mercati e i sistemi funzionano bene, non si può escludere il rischio di un’emergenza dovuta a circostanze impreviste. Tali situazioni potranno essere gestite in modo più efficace attraverso il coordinamento transfrontaliero in uno spirito di solidarietà tra vicini”.