Scenari

Energia, cala import petrolio ma aumentano i prezzi. Report unem

unem

L’Italia si conferma prima assoluta nell’area euro per il peso fiscale sia sulla benzina che sul gasolio.

Cala l’import di greggio in Italia ma aumentano i prezzi. L’Italia si conferma prima assoluta nell’area euro per il peso fiscale sia sulla benzina che sul gasolio. È quanto emerge dal bollettino di unem che riporta l’andamento del comparto energetico ad aprile e nel primo trimestre 2021.

PROVENIENZE DEL GREGGIO IMPORTATO

Nel primo trimestre 2021 il greggio importato in Italia è diminuito del 16,1%; in calo gli arrivi da tutti i principali paesi fornitori. Forte crescita per l’Azerbaijan (primo fornitore con un peso del 34,8%) e la Libia che ritorna ad essere il secondo fornitore con una quota del 17,8%.

COSTO DEL GREGGIO IMPORTATO

Nel primo trimestre 2021 il costo del geggio importato in Italia ha invertito il trend ed è aumentato del 5,6% rispetto all’anno precedente. Grazie al rafforzamento dell’euro, l’incremento espresso nella moneta unica è inferiore rispetto alla quotazione in dollari che risulterebbe in aumento del 15,2%.

LAVORAZIONI RAFFINERIE

Nel primo trimestre 2021 le lavorazioni delle raffinerie sono state pari a 14,1 milioni/tonnellate, con un calo del 14,6% rispetto allo stesso periodo 2020, quantificabile in circa 2,4 milioni di tonnellate di minori lavorazioni. Utilizzo degli impianti si attesta a circa il 63%.

IMPORTAZIONI DI PRODOTTI FINITI E SEMILAVORATI

Nel primo bimestre 2021, in base a dati provvisori, le importazioni di prodotti finiti sono ammontate a circa 2,3 milioni di tonnellate con un calo del 24,5% rispetto allo stesso mese del 2020. Aumentano le importazioni di virgin nafta e olio combustibile. Leggero aumento (+5%) invece per le importazioni di semilavorati esteri.

ESPORTAZIONI PRODOTTI E SEMILAVORATI

Nel primo bimestre 2021, in base a dati provvisori, le esportazioni di prodotti sono ammontate a circa 4,1 milioni di tonnellate con un calo del 6,4% rispetto allo stesso periodo 2020. In diminuzione tutti i principali prodotti importati, mentre risultano in crescita olio combustibile, lubrificanti e bitumi.

CONSUMI PETROLIFERI MENSILI

Stando ai dati provvisori, ad aprile 2021 i consumi petroliferi sono cresciuti del 48,6% rispetto allo stesso mese del 2020 (mese di lockdown generalizzato) con una decisa ripresa per tutti i principali prodotti. Volumi ancora inferiori del 15,1% rispetto ad aprile 2019.

VENDITE TOTALI CARBURANTE (RETE ED EXTRA-RETE)

Stando ai dati provvisori, ad aprile 2021 le vendite di carburante (benzina + gasolio + gpl), sono cresciute del 128% rispetto allo stesso mese del 2020, mese di lockdown generalizzato. Rispetto ad aprile 2019 volumi ancora inferiori del 15,2%.

IMMATRICOLAZIONI AUTOVETTURE

Le immatricolazioni di autovetture nel primo quadrimestre 2021 segnano un incremento del 68,6% rispetto allo stesso periodo del 2020. Ancora inferiori del 16,5% se confrontate con aprile 2019.

PREZZO BENZINA SUPER SENZA PIOMBO

A maggio 2021 il prezzo della benzina è stato in media pari a 1,587 €/litro, superiore di circa 22 cents rispetto allo stesso mese del 2020, principalmente per la forte ripresa delle quotazioni del barile.

PREZZO GASOLIO AUTOTRAZIONE

A maggio 2021 il prezzo del gasolio è stato in media pari a 1,447 €/litro, superiore di 19 cents rispetto a maggio 2020.PREZZO GPL AUTOTRAZIONE

A maggio 2021 il prezzo del gpl auto è stato in media pari a 0,664 €/litro, superiore di circa 7 cents rispetto al prezzo di maggio 2020.

PREZZO GASOLIO RISCALDAMENTO

A maggio 2021 il prezzo del gasolio riscaldamento in media è stato pari a 1,245 €/litro, superiore di circa 18 cents rispetto allo stesso mese del 2020.

CONFRONTO CON I PREZZI DEI PAESI UE

A maggio 2021 l’Olanda si conferma al primo posto nella classifica Ue dei prezzi alla pompa per la benzina, mentre la Svezia per quello del gasolio auto. La Francia primeggia sempre nel gpl auto.

ANDAMENTO DELLO STACCO ITALIA

Lo stacco ponderato (benzina + gasolio) a maggio 2021 si conferma su valori ampiamente negativi assestandosi come media progressiva a -3,3 centesimi euro/litro.

FISCALITÀ SUI PREZZI DEI CARBURANTI NEI PAESI UE

Aggiornamento al 1 giugno 2021 del peso della fiscalità sui carburanti nei paesi dell’Unione Europea conferma l’Italia ai vertici della classifica; prima assoluta nell’area euro per il peso fiscale sia sulla benzina che sul gasolio.

VENDITE CARBURANTI NEI PAESI EUROPEI

Nel primo trimestre 2021 Italia e Francia segnano le migliori performance sulle vendite di carburanti tra i principali paesi europei, anche grazie al fatto che a marzo 2020 furono i primi due paesi ad andare in lockdown. Cali di oltre il 20% per Uk ed Irlanda.