Fact checking e fake news

Engie Italia: Damien Térouanne nominato nuovo ad

Engie

Damien Térouanne è stato nominato nuovo amministratore delegato di Engie Italia al posto di Olivier Jacquier che passa a dirigere la Business Unit Engie Solutions Properties & Proximity dell’azienda a Parigi

Dal 1 gennaio Damien Térouanne, 47 anni, è stato nominato nuovo amministratore delegato di Engie Italia al posto di Olivier Jacquier. Térouanne ha una lunga carriera all’interno dell’azienda avendo cominciato il suo percorso lavorativo in Engie nel 1998.

LA CARRIERA DI TÉROUANNE

Nel Gruppo Térouanne ha assunto ruoli di responsabilità sempre maggiori nel business delle infrastrutture per il gas, per poi passare ai servizi per l’energia, quale vice direttore generale di Climespace e direttore generale di Cofely Network. Per guidare un piano di intensa trasformazione e adattare il business ai mercati di gas ed energia B2B, nel 2015 Térouanne è stato nominato direttore generale di Engie Imprese e Collettività per poi diventare nel 2018 direttore Acquisti del Gruppo.

GLI OBIETTIVI

Térouanne ha preso le redini dell’organizzazione italiana per proseguirne il percorso strategico focalizzato sulla centralità del cliente e ottenere nuovi successi nella sfida alla zero carbon transition

A JACQUIER LA BUSINESS UNIT ENGIE SOLUTIONS PROPERTIES & PROXIMITY

Olivier Jacquier lascia, invece, l’Italia per assumere, a Parigi, il ruolo di direttore generale della Business Unit Engie Solutions Properties & Proximity che conta oltre 20.000 collaboratori. Sotto la guida di Jacquier, che è stato ad di Engie Italia dall’ottobre 2015, è stata definita e realizzata la profonda riorganizzazione del Gruppo in Italia, integrando la branche Energy e la branche Service. Una strategia vincente, spiega la società in una nota, che ha generato risultati positivi, con evidenze sia nella dimensione della società – che è cresciuta come numero di collaboratori da 2.700 a oltre 3.600 – sia nei risultati economico finanziari triplicandone l’ebit.