Fact checking e fake news

Eni: ok bilancio 2019. A Cdp assegno 805 mln, 135,5 mln a Mef

eni

Rinnovato il cda, Calvosa presidente. Confermato Descalzi

L’assemblea degli azionisti di Eni, ha approvato il bilancio 2019 che si è chiuso con un utile di 2,97 miliardi di euro e la distribuzione di un dividendo di 0,86 euro per azione (di cui 0,43 già pagati in acconto e il saldo di 0,43 in pagamento il 20 maggio con stacco cedola il 18 maggio). A Cdp che detiene una quota del 25,76% arriva un assegno di oltre 805 milioni di euro mentre al ministero dell’Economia e delle Finanze, che ha una partecipazione del 4,34%, arriva un assegno di 135,49 mln di euro.

I soci erano chiamati anche ad approvare il rinnovo dei componenti del Consiglio di amministrazione e del Collegio sindacale, il Piano di Incentivazione di Lungo Termine 2020-2022 e la politica sulla remunerazione. Dalla lista indicata dal Tesoro, per il prossimo triennio, è nominata Lucia Calvosa nuovo presidente al posto di Emma Marcegaglia e Claudio Descalzi che un successivo cda confermerà amministratore delegato.

CHI ENTRA E CHI ESCE DA CDA, COLLEGIO SINDACALE

I soci hanno approvato la determinazione in 9 del numero degli amministratori e nominato il cda e il presidente, si legge in una nota, per la durata di tre esercizi, con scadenza alla data dell’assemblea che sara’ convocata per l’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2022, nelle persone di: Lucia Calvosa, Claudio Descalzi, Ada Lucia De Cesaris, Filippo Giansante, Pietro Angelo Mario Antonio Guindani, Karina Audrey Litvack, Emanuele Piccinno, Nathalie Tocci, Raphael Louis L. Vermeir. L’assemblea ha approvato la determinazione del compenso annuo spettante al presidente del Consiglio di Amministrazione e agli altri Consiglieri nella misura, rispettivamente, di 90.000 euro lordi e di 80.000 euro lordi. Nominato il Collegio Sindacale per la durata di tre esercizi e, comunque, fino alla data dell’Assemblea che sarà convocata per l’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2022, nelle persone di: Rosalba Casiraghi, Presidente, Enrico Maria Bignami, Giovanna Ceribelli,Mario Notari, Marco Seracini, Roberto Maglio, Claudia Mezzabotta. Il compenso annuo spettante al Presidente del Collegio Sindacale e a ciascun Sindaco effettivo nella misura, rispettivamente, di 85.000 euro lordi e di 75.000 euro lordi. Approvato il Piano di Incentivazione di Lungo Termine 2020-2022 con l’autorizzazione al Consiglio di Amministrazione a disporre fino a un massimo di 20 milioni di azioni proprie al servizio dell’attuazione del Piano.

ANNULLAMENTO AZIONI

Nel corso dell’assemblea è stato dato l’ok all’annullamento n. 28.590.482 azioni proprie senza valore nominale, mantenendo invariato l’ammontare del capitale sociale e procedendo alla riduzione della relativa riserva per l’importo di 399.999.994,58 euro (pari al valore di carico delle azioni annullate) e conseguente modifica dell’articolo 5.1. dello Statuto sociale. L’Assemblea ha inoltre approvato la prima sezione e deliberato in senso favorevole sulla seconda sezione della Relazione sulla politica in materia di remunerazione. Infine l’Assemblea ha respinto la proposta di azione di responsabilità presentata da alcuni azionisti. Eni comunica che alla data odierna Claudio Descalzi detiene 68.755 azioni Eni, Marco Seracini detiene 1.000 azioni Eni.