Sostenibilità

Nel Regno Unito l’eolico produce più energia del nucleare

L’energia prodotta dagli impianti eolici offshore hanno superato anche l’energia nucleare

Rinnovabili battono nucleare. Meglio, eolico batte nucleare.  Avviene nel Regno Unito, dove tra l’8 e il 14 marzo l’energia prodotta dalle pale offshore ha superato quella prodotta dalle centrali nucleari, secondo quanto annunciato dalla compagnia di analisi e consulenza Aurora Energy Research.

In particolare, l’eolico ha garantito il 35,6% dell’intera produzione di elettricità nel Regno Unito (21,4% offshore), contro il  21,3% del nucleare. Il gas naturale  ha garantito il 31,2% e le biomasse il 6,7%. Il carbone si attesta al 2,6% e l’idroelettrico all’1,8%). Le altre fonti si dividono un residuo 0,8%. “Grazie a una settimana particolarmente ventosa, il vento ha superato ogni altra fonte di energia. È un’ulteriore prova che il vento gioca un ruolo centrale nel rifornire di energia la Gran Bretagna nei periodi freddi dell’anno. Il nostro moderno mix energetico sta cambiando: con l’energia eolica a basso costo che sta diventando la spina dorsale del nostro sistema di energia pulita”, ha spiegato Emma Pinchbeck, vicedirettrice generale di RenewableUK.

I numeri sono destinati a cambiare ancora, sempre a favore delle rinnovabili. Il Governo inglese, infatti, nei  giorni scorsi ha firmato un accordo con le compagnie energetiche per aumentare la capacità degli impianti eolici offshore dagli attuali 7,9 GW a 30 GW entro il 2030. Un piano che dovrebbe creare anche 27 mila nuovi posti di lavoro specializzati.