Sostenibilità

La Francia produce metà dell’energia nucleare dell’Europa

nucleare Francia

Francia, Germania, Gran Bretagna, Svezia e Spagna producono l’80% di energia nucleare dell’Europa

Francia prima d’Europa sul nucleare: Parigi produce quasi la metà di energia nucleare dell’Europa. Secondo i dato Eurostat, infatti, i cugini d’Oltralpe producono il 48% del totale Ue: una percentuale davvero alta, soprattutto se si pensa che, centrali nucleari sono attive nella metà dei Paesi Ue, con 14 stati membri su 28.

IN 5 PAESI L’80% DELLA PRODUZIONE TOTALE

Alla Francia, seguono Germania con il 10%, Gran Bretagna con l’8,5%, Svezia con il 7,5% e Spagna con 7%. Complessivamente, questi 5 Paesi costituiscono oltre l’80% della produzione totale europea.

ENERGIA NUCLEARE IN DIMINUZIONE

Facendo un’analisi del trend, a partire dal 2004, la produzione totale di energia nucleare nell’Ue è diminuita del 17% (dati al 2016), mentre dal 1990 al 2004 la quantità totale di elettricità prodotta negli impianti nucleari europei era aumentata del 27%, raggiungendo il picco di 1.008,400 GWh nel 2004. In generale, comunqnue, nel periodo 1990-2016, i Paesi con impianti operativi hanno aumentato il loro impiego per la produzione di energia elettrica. Qualcosa però sta cambiando: la Germania è a lavoro per lo stop alla produzione di energia elettrica da fonte nucleare entro il 2022.