Fact checking e fake news

Gas, M5S contro l’impianto Edison a Presenzano

gas

Nell’interrogazione pentastellata al Mise sull’impianto a gas Edison gli M5S chiedono di considerare gli impegni internazionali assunti dal nostro Paese in merito al contrasto ai cambiamenti climatici e al processo di riduzione dell’utilizzo delle fonti fossili

Ancora un no dei pentastellati a un impianto a turbogas. Dopo la richiesta di stop alla riconversione di Torrevaldaliga Nord da parte degli M5S locali, e a distanza di pochi giorni dal via libera alla prima asta del capacity market, arriva l’interrogazione dei deputati Antonio Federico e Rosa Alba Testamento al Mise sulla centrale Ccgt Edison di Presenzano.

LA VICENDA

“Con decreto del Ministero dello sviluppo economico n. 55/02/2011 del 14 luglio 2011 la Edison s.p.a. è stata autorizzata a realizzare una centrale termoelettrica a ciclo combinato alimentata a gas naturale di potenza elettrica pari a circa 810 Megawatt nel territorio del comune di Presenzio (CE) – si legge nel testo -. I termini per l’avvio dei lavori e, conseguentemente, di validità dell’autorizzazione unica sono stati prorogati più volte, in particolare con l’ultimo provvedimento di proroga n. 55/01/2018 PR del 28 dicembre 2018 la validità del decreto n. 55 febbraio 2011 è stata prorogata al 14 dicembre 2021”. Infine “con delibera della giunta della regione Campania n. 103 del 19 marzo 2019 è stata formalizzata l’intesa con il Ministero dello sviluppo economico in merito alla variante di progetto della centrale in questione”.

M5S: DOBBIAMO CONSIDERARE GLI IMPEGNI PRESI PER IL CONTRASTO AI CAMBIAMENTI CLIMATICI

Secondo i pentastellati “la realizzazione di tale impianto crea preoccupazione nella popolazione residente nella limitrofa area del venafrano, sulla quale insistono già due inceneritori e un cementificio, che comportano un elevato fattore di pressione ambientale – si legge -. Vanno considerati gli impegni internazionali assunti dal nostro Paese in merito al contrasto ai cambiamenti climatici e al processo di riduzione dell’utilizzo delle fonti fossili per la produzione di energia, nonché le previsioni inserite nel Piano nazionale energia e clima”.

QUALI LE VALUTAZIONI PER LE AUTORIZZAZIONI?

Da qui la richiests M5S a Stefano Patuanelli su “quali valutazioni siano state effettuate in merito alla opportunità di autorizzare la centrale termoelettrica di Presenzano, considerati gli impegni di riduzione dell’utilizzo di fonti fossili e la preoccupazione della popolazione residente”.