Fact checking e fake news

Il Mise cerca 4 esperti per la segreteria della Direzione energia

mise

Ciascun candidato può partecipare per una sola delle posizioni indicate dal Mise

Il Mise ha bandito una procedura di selezione “comparativa, per titoli e colloquio”, per l’individuazione di quattro esperti da proporre al Ministro dello Sviluppo economico quali componenti della Segreteria tecnico-operativa della Direzione generale per l’approvvigionamento, l’efficienza e la competitività energetica”. È quanto si legge in un avviso del Mise.

LE POSIZIONI DA ASSEGNARE

La posizione 1 riguarda “fonti rinnovabili elettriche e termiche o politiche, normative e strumenti europei e nazionali o tecnologie prevalenti: caratteristiche, costi, offerta industriale e fattori di sviluppoo modelli per l’integrazione delle rinnovabili nel sistema e nei mercati energetici, tecnologie e organizzazione dei sistemi di accumulo o integrazione e coordinamento delle misure per le rinnovabili termiche e per l’efficienza energetica”. La posizione 2 riguarda invece “mobilità sostenibile o carburanti alternativi e da fonti rinnovabili: politiche, normative, anche fiscali, e strumenti europei e nazionali o caratteristiche del sistema nazionale e dei mercati di riferimento” o “tecnologie di riferimento per i singoli segmenti di trasporto, individuale e collettivo o infrastrutture per la mobilità elettrica e i carburanti alternativi o programmi per lo sviluppo di sistemi di trasporto efficienti e sostenibili”. La posizione 3 “scenari e modelli energetici o modelli e variabili tecnologiche ed economiche di evoluzione dei settori energetici o costruzione di scenari previsionali di lungo termine, secondo modelli integrati con la programmazione nazionale in materia di energia clima e con quella di altri Paesi, secondo un’ottica regionale o applicazione delle metodologie di analisi costi-benefici su progetti o opzioni di scenario o metodi e analisi statistiche relative ai consumi e all’efficienza energetica nei diversi usi finali, anche in raffronto con gli altri Paesi europei”. La posizione 4 la “riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra o riduzione delle emissioni di gas serra: politiche, normative e strumenti europei e nazionali, con particolare riferimento al sistema europeo per lo scambio di quote di emissione (EU ETS) e alle decisioni effort sharing o prospettive evolutive del mercato della CO2, in un contesto europeo ed internazionale o opzioni tecnologiche e misure per la decarbonizzazione dei settori produttivi e dei vari settori di impiego dell’energia”.

DI COSA CI SI OCCUPA

Ciascun candidato può partecipare per una sola delle posizioni indicate. In caso di nomina, la prestazione professionale di ciascun esperto si svolge sulla base delle direttive e delle disposizioni del Direttore generale della Direzione, con il coordinamento del responsabile della Segreteria tecnica ed in collaborazione con gli Uffici della stessa Direzione operanti sui temi di interesse, e prevede lo svolgimento di attività ricadenti tra le seguenti principali tipologie: analisi e valutazioni tecniche, economiche e sociali a sostegno e ai fini della predisposizione di atti a valenza normativa o amministrativa; partecipazione alle sedi tecniche europee preposte alla elaborazione della normativa comunitaria; analisi comparata della normativa e della regolazione negli Stati membri dell’Unione europea; partecipazione alle attività connesse alla elaborazione e gestione di accordi,intese e progetti, anche internazionali, in materia di energia; rapporti tecnici con gli organismi vigilati dalla Direzione,le autonomie locali, Autorità di regolazione del settore e gli altri organismi nazionali e internazionali ai fini del coordinamento delle rispettive funzioni sui temi energetici.

“Resta fermo che, in base alle esigenze e alle priorità, l’esperto potrà essere chiamato a occuparsi di altri temi rientranti nei compiti della Direzione e a supporto della Direzione generale per le infrastrutture e la sicurezza dei sistemi energetici e geominerari”.