skip to Main Content

La domanda globale di batterie aumenterà entro il 2030, problemi di fornitura all’orizzonte. Lo studio Rystad Energy

Batterie

La domanda di batterie europea e nordamericana aumenterà costantemente entro la fine del decennio, raggiungendo rispettivamente 1,9 TWh e 1,7 TWh.

Con l’accelerazione della transizione energetica e con i paesi e i consumatori che si sforzano di decarbonizzare, la domanda globale di batterie potrebbe aumentare in modo esponenziale e avvicinarsi a 9 terawattora (TWh) all’anno entro il 2030, 15 volte i livelli visti nel 2021. È quanto emerge da un report di Rystad Energy che mostra come, sebbene la domanda globale di batterie nel 2021 sia stata di 580 gigawattora (GWh), più del doppio del totale del 2020, l’offerta globale è stata comunque in grado di tenere il passo.

APPETITO PER LE BATTERIE CRESCE IN MODO SIGNIFICATIVO

Tuttavia, questo trend è destinato a cambiare nei prossimi anni poiché “l’appetito per le tecnologie delle batterie nelle autovetture e nello stoccaggio stazionario cresce in modo significativo, mettendo a dura prova la catena di approvvigionamento”, ha spiegato Rystad Energy aggiungendo che questa proiezione della domanda “è in linea con uno scenario di riscaldamento globale di 1,6 gradi e con i cambiamenti necessari ai sistemi energetici. Non è inoltre vincolato da potenziali problemi di fornitura. In termini di componenti, le batterie agli ioni di litio domineranno il mercato in questo decennio, sebbene tale domanda si concretizzerà entro il 2030”.

VEICOLI ELETTRICI PER PASSEGGERI I PIU’ INTERESSATI ALLE BATTERIE

I veicoli elettrici per passeggeri daranno il contributo più significativo alla crescita futura delle batterie, rappresentando circa il 55% della domanda totale entro la fine del decennio. La domanda di queste batterie dovrebbe raggiungere i 4,9 TWh entro il 2030, più di 13 volte superiore al totale relativamente piccolo di 373 GWh del 2021, ha sottolineato la società di ricerca.

STOCCAGGIO STAZIONARIO A 2,5 TWH NEL 2030

Lo stoccaggio stazionario, invece, “sarà il prossimo contributo più significativo, con una domanda prevista di oltre 2,5 TWh nel 2030, il 29% del mercato totale. La necessità di stoccaggio è destinata a salire da 139 GWh nel 2021 a causa del ruolo più importante che le fonti di energia rinnovabile volatili svolgeranno”. Ciò “aumenterà la necessità di immagazzinare elettricità quando la produzione di energia rinnovabile è elevata a periodi in cui la produzione diminuisce, come i periodi in cui la velocità del vento è bassa, come è successo in Europa l’anno scorso. Le batterie per veicoli elettrici sono un’opzione praticabile per lo stoccaggio stazionario, ma inizieranno a svolgere un ruolo significativo solo dal 2040 in poi con un numero sufficiente di batterie per veicoli elettrici esaurite disponibili solo per allora”, ha sottolineato ancora Rystad Energy.

I veicoli commerciali leggeri e medio pesanti saranno principalmente elettrificati in futuro, contribuendo per circa 1 TWh alla domanda entro il 2030. Anche l’aviazione e il trasporto marittimo elettrificati avranno bisogno di batterie, ma la domanda totale di questi settori non avrà un impatto significativo sul quadro globale, ha aggiunto la ricerca.

OFFERTA GLOBALE INSUFFICIENTE NELLA TECNOLOGIA DELLE BATTERIE

“La crescita della domanda di batterie è inevitabile con l’accelerazione della transizione energetica, ma l’offerta globale sarà insufficiente senza investimenti sostanziali o miglioramenti nella tecnologia delle batterie nell’immediato futuro. Sulla base degli obiettivi annunciati, la fornitura di batterie raggiungerà i 5,5 TWh entro il 2030, soddisfacendo solo il 60% circa della domanda prevista. Le gigantesche fabbriche vengono costruite rapidamente in tutto il mondo e questa prospettiva di fornitura probabilmente cambierà. Tuttavia, l’importanza di questi continui investimenti non può essere sottovalutata”, ha affermato Marius Foss, responsabile dei sistemi energetici globali di Rystad Energy.

CINA DOMINATRICE DEI MERCATI

L’Asia, in particolare la Cina, dominerà la ripartizione della domanda regionale di batterie entro il 2030, secondo l’analisi di Rystad energy. Nello scenario di 1,6 gradi, la domanda asiatica rappresenterà il 41% del mercato globale delle batterie, raggiungendo 3,6 TWh. Per soddisfare la domanda interna e internazionale, la Cina punta al 50% della produzione mondiale di celle entro il 2030, accelerata dagli ambiziosi piani di espansione di produttori nazionali come CATL, Gotion High-Tech e SVOLT. La pressante domanda del suo mercato interno e gli accordi di derivazione con diverse case automobilistiche di alto livello a livello globale stanno guidando la forte espansione della capacità di produzione di celle pianificata nella regione.

Anche la domanda di batterie europea e nordamericana aumenterà costantemente entro la fine del decennio, raggiungendo rispettivamente 1,9 TWh e 1,7 TWh. Anche i mercati del Medio Oriente e del Sud America aumenteranno in modo significativo, ma non si avvicineranno alle tre regioni più grandi. Si prevede che la domanda dell’Africa aumenterà gradualmente nei prossimi anni, dopodiché aumenterà di oltre il 350% da 50 GWh nel 2027 a 227 GWh solo tre anni dopo.

SI ACCELERANO GLI SFORZI IN TUTTO IL MONDO

Diverse regioni stanno accelerando gli sforzi per sviluppare una catena di approvvigionamento nazionale per evitare un’eccessiva dipendenza dalle importazioni di batterie dall’Asia. Il Nord America ha visto 10 importanti annunci di impianti nel 2021, sette dei quali fanno parte di joint venture tra produttori di celle e case automobilistiche. Le joint venture costituivano circa il 77% dei progetti appena annunciati nella regione lo scorso anno. In Europa, l’espansione della fornitura di batterie sembra motivata dalla riduzione della dipendenza asiatica per supportare i piani delle case automobilistiche. Più della metà dei progetti pianificati mira a localizzare le capacità di produzione, con i produttori di celle europei che rappresentano circa un terzo dell’espansione totale della capacità annunciata lo scorso anno.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

live
Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore