skip to Main Content

Le rinnovabili raggiungono quasi il 100% di quota in Danimarca. L’analisi GlobalData

Rinnovabili

Il paese mira a eliminare gradualmente le centrali elettriche a carbone e a petrolio entro il 2030 favorendo le rinnovabili

La produzione di energia rinnovabile (esclusa l’energia idroelettrica) in Danimarca dovrebbe aumentare da 24,33 TWh nel 2020 a 43,2 TWh entro il 2030, con un tasso di crescita annuale composto (CAGR) del 5,9%. È quanto evidenzia una ricerca di GlobalData ripresa dal sito Energy Global.

I DATI

La società di dati e analisi ha stimato che la quota di rinnovabili nel mix di generazione è già piuttosto elevata, all’86,4% a partire dal 2020, ed è destinata a crescere fino al 99,9% nel 2030.

RUOLO FONDAMENTALE DEL GOVERNO DANESE

Secondo il rapporto di GlobalData, “Denmark Power Market Outlook to 2030, Update 2021 – Market Trends, Regulations, and Competitive Landscape”, il governo danese continua a svolgere un ruolo fondamentale incoraggiando lo sviluppo delle energie rinnovabili. Il suo obiettivo è aumentare la quota di energia verde nel mix energetico e aumentare gradualmente la quota di energia rinnovabile al 100% sia nel settore energetico che in quello dei trasporti entro il 2050.

Rohit Ravetkar, Power Analyst di GlobalData, ha commentato: “La Danimarca è tra i leader mondiali nell’adozione di tecnologie rinnovabili. Nel 2020, oltre l’80% dell’energia prodotta nel Paese proveniva da fonti rinnovabili. Una parte significativa della crescita delle rinnovabili in Danimarca è attribuita all’energia eolica”.

DANIMARCA LEADER NELL’EOLICO

Il paese è leader mondiale nella tecnologia eolica. Grandi aziende produttrici di turbine eoliche, come Vestas e Siemens, hanno basi in Danimarca e il paese possiede parchi eolici sia onshore che offshore. A partire dal 2020, i parchi eolici onshore sono in vantaggio rispetto ai parchi eolici offshore in termini di capacità installata, ma il governo si sta concentrando sull’aumento della quota di capacità eolica offshore. Di conseguenza, si prevede che la capacità eolica offshore supererà quella onshore nel 2029, ha affermato GlobalData.

IL PAESE MIRA A ELIMINARE GRADUALMENTE LE CENTRALI ELETTRICHE A CARBONE E A PETROLIO ENTRO IL 2030

“Il paese mira a eliminare gradualmente le centrali elettriche a carbone e a petrolio entro il 2030 – ha aggiunto Ravetkar -. Inoltre, in quanto parte dell’accordo sul clima di Parigi, la Danimarca si è impegnata nel suo contributo determinato a livello nazionale (NDC) per ridurre i gas serra (GHG). ) emissioni del 50% entro il 2030 rispetto ai livelli del 2005. Questi fattori hanno spinto la crescita del settore delle energie rinnovabili nel paese. Insieme all’energia eolica, altre potenziali aree di crescita sono il solare fotovoltaico (PV) e la produzione di energia da biomasse. Si prevede che gli impianti solari fotovoltaici commerciali mostreranno una forte crescita. La principale azienda elettrica danese, Orsted AS, sta convertendo le sue centrali termiche in unità di generazione di bioenergia. Anche Vattenfall, un’altra utility leader nel paese, sta vendendo le sue centrali termiche e investendo nella tecnologia eolica offshore”.

Back To Top