skip to Main Content

L’energia solare piace agli americani nonostante aumento prezzi

Solare

Nel secondo trimestre le nuove installazioni solari in Usa sono aumentate del 45% nonostante un generalizzato incremento dei costi – Report Wood Mackenzie e Solar Energy Industries Association

Va a gonfie vele l’energia solare negli Stati Uniti d’America, nonostante la pandemia. Secondo il rapporto della società di ricerca energetica Wood Mackenzie e del gruppo commerciale solare Solar Energy Industries Association, nel secondo trimestre le nuove installazioni solari in Usa sono aumentate del 45% nonostante un generalizzato incremento dei costi sia dei progetti residenziali che di quelli pubblici che minaccia la crescita del settore.

ENERGIA SOLARE: USA VANNO VERSO ANNO RECORD

L’industria solare ha installato 5,7 gigawatt nel secondo trimestre, ovvero una capacità sufficiente per alimentare più di 1 milione di case. Secondo il rapporto, gli Stati Uniti sono sulla buona strada per produrre quest’anno 26,4 GW, circa l’8% in più rispetto alle previsioni del settore tre mesi fa, livello record.

SOLARE: PREZZI IN AUMENTO DEL 12,5%

Nell’ultimo anno, i prezzi dei progetti su larga scala, che costituiscono la maggior parte del mercato, sono aumentati fino al 12,5%, minacciando seriamente la crescita del settore anche se secondo gli esperti è improbabile che questi rincari danneggino la domanda a lungo termine.

Ad incidere non solo i costi delle materie prime ma tutta la catena di approvvigionamento.

L’IMPORTANZA DEI SUSSIDI GOVERNATIVI

Il Dipartimento dell’Energia la settimana scorsa ha presentato un progetto per far crescere il solare dal 3% al 45% entro il 2050, ma saranno necessarie riduzioni aggressive dei costi per raggiungere l’obiettivo.

L’industria solare, sottolinea il report, potrebbe ottenere un significativo supporto da ulteriori sussidi governativi.

live
Back To Top