Sostenibilità

L’Ue potrebbe rendere volontario lo standard dei Green Bond

Ue

Secondo la bozza di documento che Bloomberg ha visionato, lo standard Ue Green Bond sarà pronto per essere utilizzato il prossimo anno e “stabilirà lo standard globale”.

L’Unione Europea sta valutando di rendere l’imminente EU Green Bond Standard non obbligatorio, ma solo volontario per gli emittenti di tali obbligazioni. Lo ha riferito Bloomberg citando una bozza di documento visionata dalla testata giornalistica.

IL GREEN BOND STANDARD EUROPEO

Nell’ambito dei pacchetti complementari del Green Deal europeo, l’Ue vuole indirizzare i flussi finanziari e di capitale verso gli investimenti verdi. Nell’ambito del Green Deal, l’Ue ha stabilito un Green Bond Standard europeo, tra le principali nuove iniziative per il 2021.

STANDARD PRONTO IL PROSSIMO ANNO

“Le obbligazioni verdi svolgono un ruolo sempre più importante nel finanziamento degli asset necessari per la transizione a basse emissioni di carbonio. Tuttavia, non esiste uno standard uniforme per i green bond all’interno dell’Ue”, afferma Bruxelles.

Secondo la bozza di documento che Bloomberg ha visionato, lo standard Ue Green Bond sarà pronto per essere utilizzato il prossimo anno e “stabilirà lo standard globale”.

“Lo standard volontario proposto, in combinazione con un approccio di vigilanza leggero, garantirebbe il raggiungimento degli obiettivi dell’Unione nel modo più efficiente ed efficace in termini di costi”, afferma il documento.

RECORD PER I BOND VERDI

L’emissione di obbligazioni verdi lo scorso anno ha raggiunto un record poiché la pandemia non è riuscita a fermare l’aumento dell’appetito degli investitori per tutto ciò che riguarda l’energia rinnovabile e la responsabilità ambientale.

Quest’anno, il nuovo mercato è destinato a una crescita ancora più forte poiché la sostenibilità energetica è diventata il tema del decennio. L’anno scorso, il debito totale sostenibile ha raggiunto il record di 732,1 miliardi di dollari, secondo quanto riportato da BloombergNEF all’inizio di questo mese. Si tratta di un aumento del 29% malgrado o grazie alla: la pandemia si è rivelata un’opportunità per alcuni governi di rafforzare e rafforzare i loro impegni per la loro agenda verde.