Scenari

Petrolio, attesa riduzione domanda oltre 3 mln di barili/giorno nel 2020. Il report S&P Global

petrolio

La stima dell’impatto potenziale del coronavirus sulla domanda di petrolio è una delle più ribassiste per i previsori fino ad oggi.

Secondo S&P Global Platts Analytics, la domanda globale di petrolio potrebbe crollare di oltre 3 milioni di barili al giorno quest’anno a causa delle crescenti misure di blocco sociale ed economico volte a rallentare la diffusione della pandemia di coronavirus.

I NUMERI

La domanda mondiale di petrolio potrebbe diminuire di oltre 12 milioni di b/g l’anno in aprile e maggio e portare a un calo su base annua di ben 3,2 milioni di b/g nel 2020, ha dichiarato il responsabile di S&P Global Platts Analytics Chris Midgley.

La stima dell’impatto potenziale del coronavirus sulla domanda è una delle più ribassiste per i previsori fino ad oggi. Segna anche un’importante revisione della stima dell’11 marzo di S&P Global Analytics che prevedeva una contrazione di 960.000 b/g della domanda di petrolio quest’anno, sempre a causa dei coronavirus.

LA SOLA DOMANDA DI CARBURANTE USA POTREBBE CALARE DI 2 MLN DI BARILI AL GIORNO NEL SECONDO TRIMESTRE DEL 2020

Da allora, il giro di vite sugli spostamenti all’interno dei Paesi e l’imposizione di restrizioni di viaggio più severe hanno subito una forte escalation. La domanda di carburante statunitense da sola potrebbe diminuire di 2 milioni di b/g nel secondo trimestre, in uno “scenario estremo” in cui la pandemia ha temporaneamente chiuso il 34% dei posti di lavoro e tagliato il 50% dei chilometri di viaggio non essenziali, secondo i consulenti londinesi Thunder Said Energy.

DOMANDA DI CARBURANTE PER JET GIU’ DEL 12% QUEST’ANNO

La società norvegese di analisi Rystad Energy, ha stimato che la domanda globale di petrolio si contrarrà di 2,8 milioni di b/g quest’anno con il carburante per aerei che sarà il più colpito. Rystad ha stimato che la domanda di jet fuel diminuirà del 12% anno su anno, o almeno di 800.000 b/g rispetto alla media dello scorso anno di circa 7,2 milioni di b/g.

L’Agenzia Internazionale dell’Energia ha previsto una contrazione della domanda globale per il 2020 di 90.000 b/g, la prima contrazione dei consumi dalla crisi finanziaria del 2009.