Scenari

Petrolio e gas, aumenta la produzione della cinese Cnooc

cnooc

L’aumento della produzione di petrolio e gas è derivato principalmente dalle attività domestiche, meno bene la produzione all’estero di Cnooc

Il principale produttore offshore cinese CNOOC Ltd ha registrato una produzione record di petrolio e gas pari a 257,9 milioni di barili di petrolio equivalente, o 1,42 milioni di boe / giorno, nella prima metà del 2020, nonostante la pandemia di COVID-19 abbia smorzato la domanda globale di energia. A rivelare i dati il report intermedio dell’azienda cinese che ha evidenziato come, su base media giornaliera, il volume di produzione sia aumentato del 5,5% da 1,34 milioni di boe / giorno nello stesso periodo dello scorso anno.

AUMENTO DI PRODUZIONE DOMESTICO

L’aumento della produzione di petrolio e gas è derivato principalmente dalle attività domestiche, inclusa la produzione di tre nuovi progetti a Bohai avviati nel primo semestre. La produzione interna è aumentata dell’11,4% anno su anno a 173,9 milioni di boe. Si tratta, secondo l’azienda cinese, di un dato in linea con la tendenza all’aumento della produzione upstream della Cina. Il paese ha aumentato la sua produzione di gas naturale del 10,3% su base annua a 94,02 miliardi di metri cubi nel primo semestre, mentre la produzione di greggio è aumentata dell’1,7% su base annua a 712,11 milioni di barili, come mostrano i dati dell’Ufficio nazionale di statistica.

TAGLIO DELLA PRODUZIONE ALL’ESTERO

Il CEO Xie Keqiang ha dichiarato in una conferenza stampa che i tagli alla produzione all’estero includevano attività di sabbie bituminose ad alto costo in progetti di shale canadesi e statunitensi.

La produzione di greggio di CNOOC Ltd dalle attività estere è diminuita del 5,6% anno su anno a 66,1 milioni di barili a causa dei costi elevati, ha affermato la società, con la produzione in Canada che ha visto la riduzione più alta del 23,8% anno su anno, a 9,6 milioni di barili.

I MAGGIORI TAGLI IN CANADA E USA

CNOOC Ltd possiede una partecipazione operativa al 100% nel progetto Long Lake oil sands da 45.000 barili al giorno in Canada, e altri tre progetti oil sands, nonché progetti di shale oil e gas onshore negli Stati Uniti a Eagle Ford, dove ha un 27% di prorietà e Rokies dove detiene il 12%.

Anche la sua produzione di greggio in Europa è scesa a 10,4 milioni di barili da 12,6 milioni di barili nel primo semestre a causa della manutenzione sul campo Buzzard nel Mare del Nord, ha detto il CFO Xie Weizhi nella conferenza stampa.