skip to Main Content

Qatar, Rosetti Marino si aggiudica contratto di oltre 50 mln di dollari

Rosetti Marino

Il progetto è stato avviato da North oil company per ottenere un consistente incremento della produzione di Gas Naturale (metano) del campo di Al Shaheen

Arriva una commessa da 50 milioni di dollari per la Rosetti Marino. L’azienda ravennate ha infatti siglato un contratto per il progetto “F-DBN (Debottle Necking Location F) EPCIC8”, per il cliente Qatar North oil company (70% Qatar Petroleum, 30% Total Energies). Lo ha annunciato con soddisfazione l’Ing. Oscar Guerra, Amministratore Delegato della Società Ravennate.

LE PAROLE DI GUERRA

“Il Qatar si conferma – ha detto Guerra – strategico per il Gruppo Rosetti per la continuità di investimenti dei nostri importantissimi clienti di quest’Area del Golfo Arabico e la prospettiva di tornare nel Paese, con questo nuovo contratto, dopo aver recentemente completato con successo il progetto LQ di North Field Bravo per il cliente Qatar Gas”.

IL PROGETTO

Scopo del lavoro della nuova commessa di Rosetti Marino sono le attività anche in mare per modifiche e migliorie sulle piattaforme FA ed FB del campo di Al Shaheen, nell’ambito del più ampio progetto Gallaf Phase 2 – Batch 3. Tali attività comprendono l’ingegneria di dettaglio, gli approvvigionamenti, la costruzione, il trasporto e l’installazione a mare di una serie di moduli, dei quali si dovranno eseguire il montaggio finale e l’avviamento durante fermate programmate delle due piattaforme.

Il progetto è stato avviato da North oil company per ottenere un consistente incremento della produzione di Gas Naturale (metano) del campo di Al Shaheen.

In tal senso Rosetti Marino svilupperà il progetto in parte in Italia ed in parte in Qatar: l’ingegneria e gli acquisti partiranno dall’Italia e saranno completati da un team di progetto, che sarà basato a Doha (Qatar) compatibilmente con le attuali restrizioni italiane e qatarine imposte dal COVID-19, mentre le attività di prefabbricazione e costruzione dei moduli verranno svolte nel cantiere locale della società qatarina Milaha. Le attività a mare (offshore) avranno inizio nell’ultimo trimestre 2022, per essere completate nel 2023”.

IL COMMENTO DI BESSI (PD)

“Complimenti all’ingegner Guerra, al presidente Stefano Silvestroni e a tutte le maestranze della Rosetti Marino per la strategia adottata che coniuga un mix di tradizione e innovazione a tutto campo nel contesto di un settore fondamentale del manufacturing e della transizione energetica internazionale dove il made in Italy è riconosciuto a livello internazionale”, ha commentato a ENERGIA OLTRE il consigliere del Pd Emilia Romagna Gianni Bessi.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore