skip to Main Content

Saipem: con Petrojet ok a impianto di polibutadiene in Egitto

Saipem

Saipem apporterà le sue competenze chiave come fornitore leader di soluzioni nel settore petrolchimico, in particolare nel segmento degli elastomeri.

Saipem, leader del consorzio con la società egiziana Petrojet, si è aggiudicata da parte di Egyptian Ethylene & Derivatives Co. (Ethydco) un contratto per il primo impianto di polibutadiene dell’Egitto, con una capacità prevista di 36.000 tonnellate annue.

LUNGA STORIA DI PARTNERSHIP IN EGITTO

Saipem e Petrojet hanno una lunga storia di partnership in Egitto e saranno congiuntamente responsabili dell’ingegneria di dettaglio, degli approvvigionamenti dei materiali e delle attrezzature, della costruzione, del pre-commissioning, del commissioning fino allo start-up e ai performance test.

Saipem apporterà le sue competenze chiave come fornitore leader di soluzioni nel settore petrolchimico, in particolare nel segmento degli elastomeri.

GLI OBIETTIVI DEL NUOVO IMPIANTO

Lo scopo del lavoro del nuovo impianto di gomma comprende un treno di produzione di gomma butadiene a basso contenuto di CIS e relative strutture. Il polibutadiene è una gomma sintetica con un’elevata resistenza all’usura e viene utilizzata nella produzione di pneumatici, che impiega circa il 70% di tutta la produzione globale.
Il valore complessivo del contratto ammonta a circa 150 milioni di dollari.

CORATELLA (SAIPEM): AZIENDA SI CONFERMA PARTNER PER LA CRESCITA SOSTENIBILE DELL’EGITTO

Maurizio Coratella, Chief Operating Officer della Divisione Onshore E&C di Saipem, ha commentato: “Dopo aver completato con successo il fast-track del progetto Zohr, questa aggiudicazione conferma Saipem come partner scelto per sostenere la crescita sostenibile dell’Egitto”.

Back To Top