Advertisement Skip to content
Norvegia

Sono 25 le compagnie in lizza per le nuove licenze di petrolio e gas in Norvegia

Tra loro, come si legge sul sito del ministero dell’Energia norvegese, Shell, ConocoPhillips, Aker BP, TotalEnergies, Equinor, e Var Energi di Eni

La tornata annuale di licenze per l’esplorazione offshore in aree mature della Norvegia ha attirato offerte da 25 aziende petrolifere e del gas. Tra loro, come si legge sul sito del ministero dell’Energia norvegese, Shell, ConocoPhillips, Aker BP, TotalEnergies, Equinor, e Var Energi di Eni.

OFFERTI 92 BLOCCHI

A maggio, il ministero aveva offerto 92 nuovi blocchi per la ricerca di petrolio e gas nei mari di Norvegia e di Barents nel cosiddetto ciclo di esplorazione delle aree predefinite (APA).

“POSITIVO INTERESSE COMPAGNIE”

“Senza esplorazioni e nuove scoperte, non saremo in grado di mantenere la produzione di petrolio e gas nel tempo, né di sviluppare ulteriormente il settore petrolifero e tutti i posti di lavoro nel settore. È quindi molto positivo che le compagnie petrolifere mostrino un così grande interesse per l’assegnazione di nuove licenze di produzione e di esplorazione sulla piattaforma continentale norvegese, dice il ministro del petrolio e dell’energia”, ha affermato in una nota Terje Aasland, ministro del Petrolio e dell’Energia.

L’ULTIMO ROUND HA AGGIUNTO 78 NUOVI BLOCCHI

Negli ultimi anni, la NorvegiaEnergia, la Norvegia assegna tre licenze di stoccaggio di CO2 ha utilizzato i cicli annuali dell’APA per espandere in modo significativo la superficie esplorativa sulla piattaforma continentale norvegese (NCS), in particolare nel Mare di Barents artico, nonostante le proteste degli ambientalisti.

L’ultima offerta ha aggiunto 78 nuovi blocchi nella parte occidentale del Mare di Barents e 14 blocchi nella parte nordoccidentale del Mare di Norvegia all’area APA già esistente.

La direzione norvegese del petrolio (NPD) in una dichiarazione separata ha affermato che quasi tutte le società attive sulla NCS si sono presentate, con un crescente interesse per il Mare di Barents. Non è stato invece riferito per quanti blocchi le aziende avevano fatto un’offerta.

Le compagnie petrolifere e del gas possono anche richiedere i blocchi offerti nei precedenti round APA, che non erano stati assegnati, anche nel Mare del Nord.

I VINCITORI A INIZIO 2024

Il ministero del Petrolio e dell’energia prevede di annunciare i vincitori della nuova superficie all’inizio del 2024.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.

Rispettiamo la tua privacy, non ti invieremo SPAM e non passiamo la tua email a Terzi

Torna su