Scenari

Sorgenia, Iren prepara il piano. Rwe si affaccia all’orizzonte

Sorgenia

Su Sorgenia concentrati Iren (assistita da Equita), la cordata A2A-Eph (assistita da Rothschild) e la tedesca Rwe

Con l’uscita di scena di F2i, Iren sta studiando la creazione di una divisione dedicata alla generazione di energia e un piano di assunzioni sul dossier Sorgenia. Ma intanto all’orizzonte tornano ad affacciarsi i rivali tedeschi di Rwe.

LE CORDATE IN GARA: IREN, A2A-EPH E ANCHE RWE

“La gara per Sorgenia si è sostanzialmente rifocalizzata sui piani di quelli indicati come i due maggiori contendenti: Iren (assistita da Equita) e la cordata A2A-Eph (assistita da Rothschild). Anche se, secondo quanto appreso da Mf-Milano Finanza, è rientrata in gara la tedesca Rwe, mentre resta ancora da comprendere se a metà dicembre arriveranno sui tavoli degli advisor Lazard e Colombo le offerte vincolanti di Acca e Contourglobal”, scrive il quotidiano.

GLI OBIETTIVI STRATEGICI DI IREN

Secondo quanto appreso da MF-Milano Finanza, “vi sono una serie di punti rilevanti e concatenati che la multiutility di Torino, Genova e Reggio Emilia sta definendo e dai quali muoverebbe proprio l’offerta per Sorgenia. Uno di questi riguarda la generazione. In questo business, Iren avrebbe l’obiettivo strategico di creare una business unit molto importante, nella quale far confluire, in caso di successo, le quattro centrali di Sorgenia insieme con la centrale di Turbigo (Milano) e i 600 Mw detenuti nel settore idroelettrico, creando un polo di generazione molto importante a livello nazionale”, si legge su Mf che precisa come per Iren “questa sarebbe una mossa anche strategica in ottica industriale che le consentirebbe anche di centrare i target sul piano assunzioni presenti nel business plan”.

LA QUESTIONE PREZZO

“C’è infine la questione prezzo. Al di là delle passate indiscrezioni che stimavano un enterprise value di quasi 1 miliardo (valutazione, secondo molti addetti ai lavori, eccessiva), tra le valutazioni di lren vi è, in particolare, quella sul flusso di cassa che garantirebbe Sorgenia, permettendo un salto dimensionale del mol elevato e rimanendo al contempo su dei livelli di indebitamento non superiori la media del settore”; conclude Mf.