Efficienza energetica e innovazione

Superbonus, Schenone: Fondamentale estensione misura

Superbonus

Nel Pnrr è prevista una proroga e una semplificazione per rendere ancora efficace il superbonus.

“La misura ha avuto tre fasi, un entusiasmo iniziale quando il decreto è stato emanato dopodiché una seconda fase di rallentamento quando sono emerse tutte le difficoltà che non sono poche dal punto di vista interpretativo, procedura fiscale eccetera. Questo ha rallentato in un prima fase fino alla fine dello scorso anno lo sviluppo di questa misura che poi sono state superate”. È quanto ha detto su Radio Rai 1 Corrado Schenone professore di Fisica tecnica ambientale a Genova che ha istituito un corso di perfezionamento sul superbonus 110% “L’Agenzia delle Entrate ha avuto addirittura 60 note chiarificatrici in sei mesi una sorta di record di impegno proprio per cercare di spingere avanti questa misura e adesso finalmente c’è una normativa consolidata, un quadro di riferimento relativamente chiaro: con l’ultima Finanziaria è stato anche ampliato il layout di azione del superbonus e infatti i risultati cominciano arrivare, un grande successo testimoniato dai dati”, ha aggiunto Schenone.

Secondo Schenone l’utilizzo del superbonus del 110% porta a “introiti in meno in termini di entrate fiscali nel breve periodo ma rappresenta una svolta per la politica energetica nazionale. Nel Pnrr è prevista una proroga e una semplificazione per rendere ancora efficace il superbonus. Il problema che vedo ora – ha precisato il professore – è quello della carenza di tecnici, professionisti e domani di imprese e probabilmente anche di materiali, di dispositivi utili a realizzare gli interventi perché sta arrivando un’onda per cui potremmo trovarci in una situazione in cui il condominio ha il progetto ma non ha nessuno per realizzarlo o ha l’impresa ma non ha il materiale. Per questo è così importante che nel Pnrr venga inserito un elemento di estensione che consentirebbe di scaricare sul terreno quello che è un potenziale enorme in termini economici e di benefici ambientali”, ha concluso Schenone.