Short News

Petrolio, nuovi tagli alla produzione

In arrivo nuovi tagli alla produzione di petrolio. Obiettivo è sempre quello di riequilibrare i mercati    L’accordo dovrebbe essere cosa già fatta. Almeno secondo quanto di intuisce dalle parole del ministro dell’Energia degli Emirati arabi uniti, Suhail al-Mazrou, che nelle scorse ore ha assicurato che i Paesi Opec e non Opec (con particolare riferimento alla Russi) prolungheranno l’accordo sui tagli alla produzione. L’ufficialità della cosa dovrebbe arrivare alla prossima riunione del cartello che si terrà il 30 novembre, a Vienna.

Read More...

Energie del futuro

Petrolio: mobilità sostenibile e shale oil faranno diminuire domanda

Per la prima volta, Opec ammette che auto green e shale Oil potranno far diminuire la domanda di petrolio   Auto elettriche e shale Oil: queste le due realtà con cui l’Opec dovrà fare i conti nei  mesi avvenire. La diffusione della nuova mobilità e del petrolio di scisto (prodotto americano che viene estratto dalle formazioni rocciose, fratturando la materia con acqua, sabbia o ceramica e agenti chimici proiettati con grande forza), infatti, secondo il  World Oil Outlook 2017, influenzerà lo

Read More...

Energie del futuro

Il futuro? È nei sistemi energetici digitalizzati

Ne è convinta l’Agenzia internazionale per l’energia (Aie) che nel rapporto “Digitalization and Energy 2017” ha evidenziato come sarà possibile in questo modo identificare chi ne ha bisogno, distribuirla al momento giusto, nel posto giusto e al minor costo     Nei prossimi decenni, le tecnologie digitali sono destinate a rendere i sistemi energetici di tutto il mondo più interconnessi, intelligenti, efficienti, affidabili e sostenibili. I progressi in termini di dati, analisi e connettività consentono una serie di nuove applicazioni

Read More...

Scenari

In aumento il prezzo del greggio saudita

Dopo due anni e dopo le operazioni  anti-corruzione, aumenta il prezzo del greggio Saudita   Due anni dopo la manovra anti-corruzione  indetta da Mohammed Bin Salman – principe saudita ed erede del re Salman, nonché Ministro alla Difesa dell’Arabia Saudita – che ha portato all’arresto di ministri, principi e miliardari, il petrolio sta raggiungendo il suo picco massimo.  Le forze di sicurezza hanno arrestato undici principi, quattro ministri, e una dozzina di ministri e famosi businessman, a quanto dicono i media

Read More...

Scenari

I limiti di crescita dello shale oil Usa

Con il rallentamento del progresso tecnologico e la crescente riluttanza dei finanziatori a investire, le stime sulla produzione futura si stanno ridimensionando. Nel 2020 la sua capacità di contribuire a fissare un tetto ai prezzi del greggio sarà notevolmente ridotta.   A partire dal 2020 la capacità dello shale oil statunitense di costituire un freno alla volatilità e al rialzo dei prezzi petroliferi potrebbe essere solo un ricordo. È la tesi di Jilles van den Beukel geologo, geofisico e project

Read More...

Scenari

Russia usa petrolio come arma geopolitica. Ma rischia di farsi male

Rosneft, gigante petrolifero nazionale, è lo strumento con cui lo Stato sovietico sta operando strategie geopolitiche che potrebbero risoervare cattive sorprese  La Russia utilizza il petrolio come strumento geopolitico, provando ad esercitare la sua influenza su scala mondiale. Mosca punta ad entrare in Paesi economicamente turbolenti o in crisi politica. La sua strategia è ben raccontata da quanto sta facendo in Venezuela. Qui la Russia ha recentemente operato numerosi scambi, acquisizioni e ingenti prestiti per ciò che riguarda il business petrolifero, attraverso la controllata di

Read More...

Short News

Brent torna a salire. E supera i 60 dollari

Il Brent supera la soglia psicologica e sale oltre i 60 dollari   Dopo ben due anni, il prezzo del Brent vola sopra i 60 dollari, a quota 60,43. Segno, questo, che il mercato è in netta ripresa: gli accordi Opec sulla riduzione della produzione stanno funzionando, facendo calare a ritmo accelerato le scorte. Già a settembre, in un incontro Opec tenutosi a Vienna, il ministro del petrolio del Kuwait aveva affermato che la situazione del mercato era migliore rispetto ai

Read More...

Fact checking e fake news

Energia, Big Oil sempre più attente all’ambiente

Investono sempre di più in rinnovabili, stoccaggio di energia, tecnologie digitali e mobilità avanzata. Ma secondo il ministro dell’Energia dell’Arabia Saudita Khalid al-Falih crescita demografica e innalzamento del tenore di vita in vedrà aumentare la domanda di energia del 45% entro il 2050 con petrolio, gas e carbone che continueranno a rappresentare circa il 75% delle forniture di energia   L’inquinamento? Colpa delle grandi compagnie petrolifere. Un facile luogo comune nella testa di molti. Eppure, le più grandi major del

Read More...

Territori

Chevron non estrarrà petrolio dal parco marino australiano

Un anno dopo BP, anche Chevron rinuncia al petrolio del parco marino australiano  Great Australian Bight   Chevron, la seconda grande compagnia petrolifera,ha deciso di rinunciare ad estrarre  petrolio nelle acque incontaminate del Great Australian Bight. La decisione arriva ad un anno di distanza rispetto a quella (simile) della BP. Chevron sceglie di preservare la Grande Baia che delimita al sud gli stati del South Australia e del Western Australia, non per ragioni ambientali o per programmi politici. La compagnia ha preso questa

Read More...

Scenari

Petrolio, se l’Opec chiede aiuto agli Usa per stabilizzare il mercato

Per stabilizzare il mercato del petrolio, i soli sforzi dell’Opec non bastano. Arriva allenza con gli Usa?   Mantenere il prezzo del petrolio stabile, meglio se lo si riuscisse a far salire. E’ questo l’obiettivo di Opec e dei produttori di shale oil, che se pur su fronti diversi, beneficerebbero di un prezzo al barile che si mantenesse sopra i 50 dollari. Il business potrebbe essere l’unico argomento di condivisione. E così che l’Opec lancia un appello al mondo a

Read More...

Scenari

Petrolio, Aie: le scorte Ocse potrebbero aumentare nel 2018

Il ministro dell’ Energia degli Emirati Arabi Uniti ha già annunciato che la Abu Dhabi National Oil Company, ridurrà la sua produzione di petrolio nel mese di novembre   Le previsioni di una crescita della produzione dello shale oil statunitense e l’incertezza che ruota attorno alle importazioni di greggio della Cina potrebbero portare il prossimo anno a un accrescimento delle scorte petrolifere, nonostante il taglio sostanziale dell’output da parte dei paesi Opec e non-Opec, contribuendo un sostanziale “pareggio” con quest’anno.

Read More...

Energie del futuro

Perchè il prezzo del petrolio è tornato a salire

Il prezzo del petrolio registra i massimi da due anni. Scopriamo i motivi della corsa del greggio   Il prezzo del petrolio, all’improvviso è tornato a salire. Una buona notizia per il settore: il Brent ha infatti aperto la settimana con un rialzo ben superiore al 3%, sfiorando la soglia dei 59 dollari al barile. La corsa al rialzo si è verificata anche per il nordamericano Wti che ha superato quota 52 dollari (rialzi inferiori rispetto al Brent). I  numeri

Read More...

Territori

Opec: a novembre si decide sulla proroga ai tagli di produzione

Opec: Il ministro del Petrolio degli Emirati Arabi, Suhail al-Mazroue, ha annunciato che saranno valutate anche “quote per i paesi finora esenti”. Dopo l’accordo storico tra paesi Opec e paesi non Opec dello scorso anno, nel prossimo vertice previsto per novembre verranno valutate possibili estensioni dei tagli della produzione. L’Opec non sembra aver raggiunto una posizione unanime, intanto il barile infatti ha registrato una quotazione di 55 dollari, livelli che non raggiungeva da luglio 2015 mentre sui mercati dei futures

Read More...

Scenari

Inverno freddo e dipendenza energetica. Pericoli e fronti aperti

Altissima la dipendenza energetica dell’Italia. Il Paese importa gran parte di gas e petrolio che servono a soddisfare la domanda  Tra qualche settimana gli italiani dovranno tenersi pronti a girare la manopola del gas per accendere i riscaldamenti. Quest’anno è probabile, infatti, che saremo costretti a fare i conti con diverse ondate di freddo e maltempo sulla Penisola. Per il momento il “Sistema Italia”, dal punto di vista energetico, regge. Ma dietro l’angolo sono sempre in agguato gli imprevisti, come

Read More...

Scenari

Algeria, petrolio e gas il vero motore dell’economia

L’economia dell’Algeria è basata sull’Oil&gas. Diverse le aziende italiane che hanno rapporti e lavorano con e per il territorio algerino. Per Bonatti Algeria è “fondamentale” per Italia   Una terra di crocevia e di fusione tra diversi gruppi etnici con uno sfondo coloniale. Parliamo dell’Algeria, lo stato più grande del continente africano, che negli ultimi anni sta ora cercando il suo nuovo equilibrio a partire dalla sua tradizionale inclinazione del Mediterraneo. E da alcune certezze: un’economia basata sul settore oil&gas

Read More...