Fact checking e fake news

Tap: dal Governo a parte gli annunci nessuno stop

tap

Tap potrà iniziare le attività al largo della Puglia, l’autorizzazione è stata ottenuta e presumibilmente a breve partiranno i lavori propedeutici all’arrivo del gasdotto transadriatico nel nostro Paese.

Il malcontento dei comitati No Tap comincia a farsi sentire. Evidentemente anche loro iniziano a scontare il vuoto di azioni concrete che, sovente, si cela dietro i roboanti annunci degli esponenti a 5 Stelle del Governo. L’esecutivo viene in queste ore tacciato, dalle associazioni contrarie alla realizzazione dell’opera, di continuità con i precedenti. Dunque in queste ore gli esponenti grillini al Governo si trovano tra l’incudine e il martello per aver gestito con evidente approssimazione una vicenda molto delicata: sono riusciti in un sol colpo a mettersi contro sia chi vuole che l’opera vede la luce sia chi si oppone. Una vicenda tafazziana che però, probabilmente, nelle prossime ore costringerà i 5 Stelle a decidere la linea definitiva sul Tap: cedere al buon senso e dunque cessare le ostilità contro un’opera strategica che consente all’Italia una diversificazione nell’approvvigionamento energetico, abbassamento dei costi in bolletta e zero impatto ambientale, oppure continuare con una battaglia minoritaria e veteroideologica contro i grandi progetti che legano il nostro Paese al futuro e all’Europa? Noi sospettiamo che la tentazione sia la seconda, ma confidiamo che a prevalere – magari anche grazie ad un rinnovato attivismo degli altri azionisti di Governo, i Leghisti – sia un sostanziale via libera.

L’Italia ha già pagato un prezzo salatissimo a causa di decenni di blocchi e ritardi su opere che invece, realizzate nei tempi e nelle modalità dovute, ci avrebbero consentito di superare il gap infrastrutturale nord-sud e messo in condizione di gareggiare alla pari con altri stati dal punto di vista dell’attrattività industriale.

Il tempo per recuperare c’è. Bisogna capire se c’è la volontà. E, soprattutto, la consapevolezza.