skip to Main Content

Fotovoltaico, Rio Tinto costruirà un impianto per il recupero del tellurio

Tellurio

Il maggiore consumatore di tellurio in Nord America è First Solar, azienda statunitense che realizza pannelli solari e che ha accolto con favore l’investimento di Rio Tinto

L’azienda mineraria anglo-australiana Rio Tinto costruirà un impianto per il recupero del tellurio nella sua miniera di rame nello Utah, Stati Uniti, vicino Salt Lake City.

TELLURIO: UN MINERALE “CRITICO”

Il tellurio è considerato un “minerale critico” per la sicurezza nazionale visto il suo utilizzo nella produzione di pannelli solari. La notizia è stata letta nel contesto della transizione energetica e del recente ordine esecutivo per la resilienza delle filiere firmato dal presidente americano Joe Biden: la nuova amministrazione vuole cioè che gli Stati Uniti azzerino le proprie emissioni nette entro il 2050 e che rafforzino le catene del valore legate ai materiali necessari al raggiungimento di questo obiettivo, in modo da scongiurare il rischio di dipendenza da fornitori ostili.

L’INVESTIMENTO DI RIO TINTO

Rio Tinto investirà 2,9 milioni di dollari nell’impianto, dalla capacità di 20 tonnellate all’anno; la produzione dovrebbe iniziare nel quarto trimestre del 2021. Il tellurio verrà recuperato dal processo di raffinazione del rame, di cui è un sottoprodotto.

COSA HA DETTO FIRST SOLAR

Il maggiore consumatore di tellurio in Nord America è First Solar, azienda con sede in Arizona che realizza pannelli solari. Argus evidenzia in particolare la produzione di celle solari a film sottile, più economiche ed efficienti di quelle convenzionali al silicio; sono impiegate nei moduli fotovoltaici al tellururo di cadmio.

First Solar ha accolto con favore la decisione di Rio Tinto di costruire l’impianto nello Utah, che “crea una nuova fonte domestica di un minerale critico che è essenziale nella lotta contro il cambiamento climatico”.

IL TELLURIO NELLE CELLE SOLARI

Il tellurio è un semiconduttore dalle tante applicazioni, ma la principale è la realizzazione di celle solari a film sottile al tellururo di cadmio. Viene anche utilizzato nella produzione di dispositivi termoelettrici con efficienza elevata per il riscaldamento e il raffreddamento, nei processi di lavorazione dell’acciaio e in alcuni dispositivi medicali.

COSA FA RIO TINTO IN NORDAMERICA

Rio Tinto ha già annunciato recentemente un progetto per il recupero di un altro minerale critico da siti produttivi già esistenti. A gennaio ha infatti iniziato la costruzione di un impianto per la produzione di ossido di scandio (un metallo classificato fra le terre rare) dagli scarti del biossido di titanio. La struttura sorgerà nel complesso metallurgico della compagnia in Québec, una provincia del Canada occidentale.

Secondo le stime, Rio Tinto finirà col possedere una quota del 10-20 per cento della produzione globale di scandio, che al momento si concentra invece nella regione dell’Asia-Pacifico e in Russia.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Marco Dell'Aguzzo

Giornalista, si occupa di esteri, energia e geopolitica, con un’attenzione particolare per il Messico e il Canada.

Scrive su “Energia Oltre”, oltre a collaborare con “IL – Il maschile del Sole 24 ORE”, “Aspenia online”, “Start Magazine” ed “eastwest”. A volte è ospite a Radio3 Mondo (Rai Radio 3).

Su Twitter è @marcodellaguzzo.

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore