Scenari

Tribunale Usa trivella Biden sulle aste di perforazione

Biden

Il giudice Terry Doughty, della Corte distrettuale degli Stati Uniti per il distretto occidentale della Louisiana, ha ordinato la ripresa delle aste di perforazione federali bloccate da Biden 

Cambio di politiche energetiche negli Usa, per mano del tribunale. Un giudice ha ordinato la ripresa delle aste di perforazione federali bloccate da Biden in nome dei cambiamenti climatici. Tutti i dettagli.

LA CONCESSIONE DI INGIUNZIONE PRELIMINARE

Partiamo dai fatti. Il giudice Terry Doughty, della Corte distrettuale degli Stati Uniti per il distretto occidentale della Louisiana, scrive Reuters, ha concesso un’ingiunzione preliminare alla Louisiana, importante hub per la produzione offshore di petrolio e gas, e ad altri 12 stati (Alabama, Alaska, Arkansas, Georgia, Mississippi, Missouri, Montana, Nebraska, Oklahoma, Texas, Utah e West Virginia), che hanno citato in giudizio il presidente dem. Joe Biden, e il dipartimento degli interni per il congelamento delle nuove aste di trivellazione.

LE MOTIVAZIONI

A spingere il giudice a bloccare il provvedimento di Biden è il fatto che gli Stati concorrenti hanno dimostrato quanto la decisione della Casa Bianca stia danneggiando l’economia locale.

“Sono in gioco milioni e forse miliardi di dollari”, ha scritto Doughty nella sentenza.

JEFF LANDRY: UNA VITTORIA PER LO STATO DI DIRITTO

Il procuratore generale della Louisiana Jeff Landry l’ha definita “una vittoria non solo per lo stato di diritto ma anche per le migliaia di lavoratori che producono energia a prezzi accessibili per gli americani”.

LA SOSPENSIONE DELLE ASTE

Facciamo un passo indietro. Il presidente Biden, con l’obiettivo di frenare drasticamente le attività fossili per contrastare il cambiamento climatico, a gennaio, aveva sospeso le aste di leasing del governo, in attesa di una revisione che dovrebbe essere completata nelle prossime settimane.

COSA CAMBIA ORA?

La sentenza del tribunale, ora, costringe l’inquilino della Casa Bianca a tornare su suoi passi. Il Dipartimento dell’Interno ha già annunciato che prenderà provvedimenti, senza rivelare i tempi perché le aste possano riprendere.

L’APPELLO DELL’AMERICAN PETROLEUM INSTITUTE

Spera in tempi brevi l’American Petroleum Institute, il principale gruppo nazionale per il commercio di petrolio e gas, che ha esortato l’amministrazione “a muoversi rapidamente per seguire l’ordine del tribunale e revocare la sospensione federale del leasing”.