Sostenibilità

Usa: dura battaglia per riconquistare posti di lavoro nel settore dell’energia pulita

Usa

Secondo BW Research Partnership, la ripresa dei posti di lavoro nei settori dell’energia pulita ha subito un forte rallentamento il mese scorso negli Usa

Secondo un’analisi pubblicata di recente dalla BW Research Partnership, la ripresa dei posti di lavoro nei settori dell’energia pulita ha subito un forte rallentamento il mese scorso negli Stati Uniti.

Le industrie di energia pulita hanno aggiunto, infatti, solo 3.200 posti di lavoro il mese scorso, molto meno rispetto a giugno, secondo l’analisi delle richieste di disoccupazione della BW Research Partnership.

COSA DICONO I DATI

L’occupazione combinata dei settori rimane di circa il 15% al ​​di sotto dei livelli pre-pandemici, secondo la società di ricerca incaricata di eseguire l’analisi per conto di gruppi industriali e sostenitori.

Il conteggio prende in esame diverse categorie generali: efficienza, energia rinnovabile, combustibili alternativi, tecnologia di stoccaggio e rete e auto elettriche.

IL CONGRESSO DOVREBBE ATTUARE DEI CAMBIAMENTI

Il settore delle energie rinnovabili ha affermato che i dati mostrano che il Congresso dovrebbe attuare cambiamenti politici.

“Ciò che è più necessario in questo momento è la rimborsabilità temporanea dei crediti d’imposta rinnovabili in modo che i progetti possano continuare ad andare avanti nonostante un mercato azionario fiscale sempre più limitato e un ritardo nella riduzione graduale programmata dei crediti d’imposta esistenti”, ha affermato Gregory Wetstone dell’americano Consiglio sulle energie rinnovabili che è anche uno dei gruppi che ha commissionato l’analisi secondo quanto riferito da Axios.