Fact checking e fake news

Come procedono conti e investimenti di Terna

02/11/2011 Roma, nella foto l'edificio che ospita la direzione generale di Terna, Rete Elettrica Nazionale S.p.A.

I numeri 2017 del gruppo presieduto da Catia Bastioli e dall’ad Luigi Ferraris

Migliorano i conti di Terna nel 2017. I risultati preliminari presentati dall’Amministratore Delegato e Direttore Generale Luigi Ferraris e approvati dal Consiglio di Amministrazione dell’azienda, riunitosi sotto la presidenza di Catia Bastioli, mostrano ricavi consolidati pari a circa 2,25 miliardi di euro, in aumento rispetto ai 2,1 miliardi di euro del 2016.

LE TENDENZE

La variazione, spiega Terna, “è imputabile, oltre che al completamento degli investimenti programmati, alla crescita del portafoglio di asset remunerati a seguito dell’integrazione della porzione di Rete di Trasmissione Nazionale acquisita a fine 2015 dal Gruppo FSI”.

I MARGINI

energivoreIl Margine Operativo Lordo raggiunge gli 1,6 miliardi di euro, in crescita rispetto al dato del 2016 (di 1,54 miliardi di euro), “come diretta conseguenza della crescita del perimetro degli asset regolati remunerati”. Gli Investimenti totali del Gruppo ammontano a oltre 1 miliardo di euro, in crescita rispetto ai circa 0,9 miliardi di euro del 2016.

IL DEBITO

Infine, l’Indebitamento Finanziario Netto si attesta a circa 7,8 miliardi di euro, in riduzione di circa 0,2 miliardi di euro rispetto al dato registrato a fine 2016 (circa 8 miliardi di euro), “per effetto principalmente della buona generazione di cassa dell’esercizio”.