Sostenibilità

Galletti: la geotermia grandissima opportunità per l’Italia

geotermia

Nastri di partenza per il il Global Geothermal Alliance, la più grande conferenza dedicata allo sviluppo della geotermia

“La geotermia è una grandissima opportunità”. Così il ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti, in apertura del convegno dell’Alleanza Globale Geotermica, che si sta svolgendo a Firenze a Palazzo Vecchio nel Salone dei Cinquecento. La due giorni fiorentina ha come focus principale infatti lo sviluppo dell’energia geotermica nel mondo.

Nata nel 2015 sotto il cappello dell’Onu, la Global Geothermal Alliance, è la più grande Conferenza ministeriale dedicata allo sviluppo della geotermia. Tra gli obiettivi prefissati: raggiungere un +500% di elettricità e +200% di energia termica generate da fonte geotermica entro il 2030, a livello globale.

geotermia

“La risorsa geotermica costituisce, – ha spiegato il ministro – un importante fattore di sviluppo, sia in contesti particolarmente vulnerabili ai mutamenti climatici, quali i piccoli Stati insulari, sia in aree in forte crescita, quale, ad esempio, il Continente africano. Come ministero dell’Ambiente stiamo da tempo lavorando a programmi di cooperazione internazionale nel campo delle energie rinnovabili e della geotermia, anche in considerazione delle elevate potenzialità di alcuni nostri Paesi partner, in particolare nell’area caraibica”.

Tra i progetti italiani in ballo c’è per esempio “la realizzazione di pozzi di esplorazione in Saint Kitts e Nevis per una valutazione della potenzialità e della qualità della risorsa geotermica disponibile”.

Con “energia geotermica” intendiamo quella parte del calore terrestre, che può, o potrebbe essere, estratta dal sottosuolo e sfruttata dall’uomo.
La geotermia quindi e’ una fonte di energia rinnovabile con caratteristiche peculiari, come per esempio la continua disponibilita’ nel tempo. Ad oggi rappresenta meno dell’1% della produzione mondiale di energia ma presenta grandi potenzialità

“Sappiamo come oggi la geotermia contempli tecnologie pulite, alte tecnologie in grado di coniugare la fornitura di energia elettrica e calore, indispensabili allo sviluppo, con il rispetto del delicato equilibrio ambientale dei luoghi, e delle identità culturali delle popolazioni che li abitano – ha spiegato Galletti. In questo senso il nostro Paese è impegnato, a livello globale, nella promozione di politiche a favore delle fonti rinnovabili, nel quadro di un’economia a basse emissioni di carbonio e dello sviluppo sostenibile. Non fa eccezione la geotermia, il cui enorme potenziale inespresso mi auguro possa essere visto non più come un limite quanto, piuttosto, come una grandissima opportunità.”

Il ministro ha inoltre ribadito l’impegno dell’Italia sull’accordo di Parigi sul clima, definendolo “irreversibile e non negoziabile”

“Lo abbiamo ribadito con forza nel nostro G7 Ambiente di Bologna dell’11 e 12 giugno scorso, – ha continuato poi  il ministro – che ha segnato un passo importante nei negoziati sul clima. Ed è per questa ragione che con convinzione ci impegniamo nel promuovere l’utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili, tra queste la geotermia, quale elemento fondamentale per lo sviluppo sostenibile del Pianeta”.

Federica Maria Casavola

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>