Short News

Green economy, difficile raggiungere obiettivi 2020

gee

Presentata oggi la Relazione sullo Stato della Green Economy in Italia che evidenzia cali nel settore elettrico e negli investimenti rinnovabili; con questi presupposti sarà difficile raggiungere gli obiettivi 2020

 

In Italia, i consumi energetici hanno ripreso ad aumentare dopo un periodo di calo negli scorsi 2015 e 2016, in particolare quelli del gas. E’ quanto si legge nella terza Relazione sullo Stato della Green Economy in Italia, presentata nella giornata inaugurale degli Stati Generali della green economy a Rimini, all’interno di Ecomondo. La documentazione rivela un’impossibilità di raggiungere l’obiettivo fissato al 2020 con i ge trend attuali: mentre nel 2014 il Piano Nazionale di Efficienza indicava un risparmio energetico di 15,5 Mtep, al 2015 il risparmio è di 6 Mtep.

Secondo la relazione presentata a Rimini, l’Italia ha superato il suo obiettivo di quota rinnovabili sul consumo interno lordo con il 17,5%, nonostante una media generale di 16,7%.

 

Il settore elettrico è particolarmente rilevante: rappresenta il 40% delle rinnovabili e nel 2017 sta registrando la prima flessione negativa dovuta al calo della produzione idroelettrica ed eolica.
Calo subito anche dagli investimenti in rinnovabili: 3,6 miliardi nel 2013 e solo 1,7 nel 2016.

 

Giovanni Malaspina