skip to Main Content

Ad aprile la Terra ha raggiunto i livelli di CO2 più alti di sempre

CO2

I dati della Scripps Institution of Oceanography mostrano che c’è stata una concentrazione media mensile pari a 420 ppm

Secondo alcuni nuovi dati, i livelli di anidride carbonica nell’atmosfera nel mese di aprile hanno raggiunto i livelli più alti mai registrati per qualsiasi mese di calendario, con una media di 420 ppm (parti per milione) per la prima volta dall’inizio delle osservazioni nel 1958.

L’anidride carbonica è un gas serra di lunga durata che riscalda il pianeta, la cui concentrazione è in aumento a causa delle attività umane, tra cui la combustione di combustibili fossili – come carbone e gas – naturale per produrre energia. Gli studi mostrano che i livelli attuali sono più alti che mai in 4,5 milioni di anni.

Le crescenti quantità di CO2 nell’atmosfera stanno aumentando le temperature medie globali.
Il cambiamento climatico è stato definitivamente legato agli impatti crescenti dei cambiamenti climatici, comprese delle ondate di calore più estreme e frequenti, forti precipitazioni, incendi più grandi e frequenti e l’innalzamento del livello dei mari.

Gli studi hanno dimostrato che solo forti tagli alle emissioni all’inizio di questo decennio potranno abbassare i livelli di CO2 in misura sufficiente per raggiungere gli obiettivi di temperatura stabiliti nell’accordo di Parigi sul clima.

AD APRILE UNA CONCENTRAZIONE CO2 DI 420 PPM

I nuovi dati – che provengono dalla Scripps Institution of Oceanography – mostrano che ad aprile c’è stata una concentrazione media mensile di CO2 pari a 420,02 ppm, un dato in aumento rispetto ai 316 ppm del record Mauna Loa. La National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA) riporterà i suoi nuovi numeri domani, ma si prevede che corrisponderanno alle letture di Scripps.

Il picco annuale in genere si verifica a maggio, prima della stagione calda dell’emisfero settentrionale, quando la vegetazione assorbe il gas. “È probabile che i dati di maggio saranno ancora più alti”, ha spiegato Pieter Tans, che tiene traccia dei gas serra per la NOAA. Osservando i dati della sua agenzia e le tendenze da un anno all’altro e da un decennio all’altro, Tans ha affermato che è difficile vedere progressi nell’abbassamento dei livelli di inquinanti del riscaldamento globale.

“In effetti il mondo non ha fatto progressi seri rispetto a quanto richiesto. Dobbiamo concentrarci davvero sulla riduzione delle emissioni e non abbiamo avuto molto successo a livello globale, perché il tasso di aumento della CO2 rimane alto come nell’ultimo decennio. L’anidride carbonica ha una longevità che va da centinaia a migliaia di anni, quindi stiamo prendendo un impegno climatico a lungo termine”, ha aggiunto Tans.

LE OPPORTUNITÀ OFFERTE DALL’ENERGIA SOLARE E DALL’EOLICO

Lui ed altri ricercatori hanno affermato che i tassi di crescita costante di anno in anno delle concentrazioni di CO2 sono senza precedenti. Il limite di 400 ppm è stato eclissato meno di un decennio fa, nel 2013, ma le quantità di CO2 sono aumentate di oltre 2 ppm ogni anno.

Esistono delle tecnologie che fornirebbero elettricità pulita, come l’uso dell’energia solare ed eolica.
I finanziamenti del governo e del settore privato americano si stanno incanalando in veicoli elettrici e in tecnologie che sono più lontane nello sviluppo, come la cattura diretta dell’aria, che porterebbe il carbonio direttamente fuori dall’atmosfera.

Tuttavia, finora i Paesi, inclusi gli Stati Uniti, devono ancora mostrare risultati concreti per quanto riguarda l’ambizione di ridurre le emissioni di CO2.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

live
Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore