skip to Main Content

Afghanistan, lo sapete che i talebani siedono su 1 trilione di dollari di minerali utilissimi?

Afghanistan

L’Afghanistan, che si trova al crocevia dell’Asia centrale e meridionale, è ricco di ferro, rame e oro, ma anche di terre rare e litio

Dopo il ritiro delle truppe straniere, l’Afghanistan, caduto nelle mani dei combattenti talebani nei giorni scorsi, sta per scoprire il proprio futuro, con  il leader religioso Haibatullah Akhundzada che dovrebbe essere nominato la suprema autorità del Paese.

L’attenzione è focalizzata alla crisi umanitaria innescata, con migliaia di persone che cercano di fuggire dal paese, ma quanto accade in queste ore rispolvera anche il tema della ricchezza mineraria non sfruttata dell’Afghanistan, risorse che se sfruttate potrebbero trasformare le prospettive economiche.

1 TRILIONE DI DOLLARI DI MINERALI

Nel 2010, racconta la Cnn, funzionari militari e geologi statunitensi hanno rivelato che in Afghanistan ci sono giacimenti minerari del valore di quasi 1 trilione di dollari.

Il paese, che si trova al crocevia dell’Asia centrale e meridionale, è ricco di ferro, rame e oro, ma anche di terre rare e litio.

RISORSE UTILI

Si tratta di risorse di cui il mondo ha un disperato bisogno. Con il boom delle auto elettriche e l’avvento delle tecnologie di supporto alla transizione energetica, cresce sia la domanda di metalli come il litio e il cobalto, sia quella delle terre rare come il neodimio.

“L’Afghanistan è certamente una delle regioni più ricche di metalli preziosi tradizionali, ma anche di metalli [necessari] per l’economia emergente del 21° secolo”, ha affermato Rod Schoonover, scienziato ed esperto di sicurezza che ha fondato l’Ecological Futures Group.

IL NODO SICUREZZA

Lo sfruttamento di queste, però, è stato e resta un problema. Oltre il nodo, importante, della sicurezza, il Paese soffre la mancanza di infrastrutture e periodi di gravi siccità.

Qualcosa cambierà nei prossimi mesi? Certo è che tra coloro che sono particolarmente interessati alle ricchezze del Paese ci sono Cina, Pakistan e India.

PAESE TRA I PIU’ POVERI

Per ora l’Afghanistan resta uno dei Paesi più poveri. Secondo un rapporto del Congressional Research Service degli Stati Uniti pubblicato a giugno, oltre il 90% degli afghani vive con meno di 2 dollari al giorno.

L’economia è “formata dalla fragilità e dalla dipendenza dagli aiuti”, denuncia la Banca Mondiale. “Lo sviluppo e la diversificazione del settore privato sono limitati da insicurezza, instabilità politica, istituzioni deboli, infrastrutture inadeguate, corruzione diffusa e un ambiente imprenditoriale difficile”, ha aggiunto.

Back To Top