Sostenibilità

Arriva un mini-hub a Rovereto per l’economia circolare

economia circolare

Quattro realtà produttive — due venete, una trentina e una lombarda — porteranno a Rovereto un proprio ufficio per costruire insieme un percorso d’impresa e di filiera sull’economia circolare

“Si scrive economia circolare, si legge — almeno in Trentino — Aquafil. Il suo Econyl, il filo di nylon recuperato dai rifiuti delle discariche e da quelli abbandonati in mare, ha già conquistato marchi del calibro di Burberry, Prada, Adidas. Ma se di economia circolare oggi si fa un gran parlare, ‘se si cerca di capire in che misura viene applicata, si nota che siamo ancora in una fase di pensiero più che di azione’ sostiene il presidente di Trentino sviluppo Sergio Anzelini. Ecco perché a breve prenderà vita un mini hub dell’economia circolare negli spazi di Progetto Manifattura: quattro realtà produttive — due venete, una trentina e una lombarda — porteranno a Rovereto un proprio ufficio per costruire insieme un percorso d’impresa e di filiera improntato alla circolarità”. È quanto evidenzia un articolo del Corriere del Trentino.

QUALI SONO LE AZIENDE INTERESSATE

“Anodica Trevigiana, con sede a Codognè, in provincia di Treviso, produce maniglie di design, complementi d’arredo e componenti estetici per la filiera automotive e dell’elettrodomestico – prosegue il quotidiano -. Tra i suoi progetti di ricerca e sviluppo le maniglie hi-tech dotate di interfaccia cognitiva tipica della domotica avanzata e quelle antibatteriche per l’industria agroalimentare e il settore medicale. Più o meno nello stesso ambito opera Fis, di Sabbio Chiese in provincia di Brescia, che fabbrica maniglie, pomoli e componenti di industrial design. Idem per la trentina Nuova Saimpa, di Borgo Chiese, specializzata in articoli in materiale termoindurente e termoplastico mediante stampaggio a iniezione, con focus specifico sul mercato delle manopole e maniglie per elettrodomestici. Infine Ecobeton, di Costabissara (Vicenza), che si occupa di soluzioni per l’edilizia, protezione e durabilità delle costruzioni edili e rivestimenti decorativi cementizi per interior design”.

NON SOLO ECONOMIA MA ANCHE FORMAZIONE

Non solo aziende. “Contribuirà anche ‘Circular Re-thinking’, una winter school dedicata ai futuri professionisti dell’economia circolare progettata da Trentino sviluppo, Terra institute, Materia rinnovabile e sponsorizzata dal gruppo Ardian: 136 ore d’aula, una visita di tre giorni agli incubatori e ai centri di competenza per l’economia circolare a Berlino e un massimo di sei mesi di tirocinio in alcune aziende partner, tra cui quelle del nuovo hub”.