Advertisement vai al contenuto principale
Elettriche

Auto, giugno d’oro per la produzione: +92,1%. Il sorpasso delle green

La produzione italiana di automobili non vede crisi. Anzi, a giugno sono uscite dalle fabbriche il 92,1% di auto in più rispetto allo stesso mese del 2022. Intanto, le green superano le fossili. Tutti i dati del Focus di approfondimento sul mercato di ANFIA

L’automotive sfugge al calo dell’industria italiana, trainato dalla produzione di vetture. Infatti, a giugno le case automobilistiche hanno costruito il 92,1% in più di vetture rispetto allo stesso mese del 2022. Inoltre, nei primi sei mesi dell’anno l’indice di produzione dell’automotive è aumentato dell’8,5%, al contrario del settore secondario, che ha visto un calo del 2,7% rispetto allo stesso semestre del 2022, secondo i dati Istat. Intanto, le vetture ad alimentazione alternativa aumentano sempre più, guadagnando terreno sulle auto a combustibili fossili, secondo il Focus di approfondimento sul mercato realizzato dall’Area Studi e Statistiche di ANFIA.

PRODUZIONE AUTO, +92,1% A GIUGNO

A giugno l’indice della produzione dell’automotive italiano ha fatto un balzo in avanti. Infatti, è aumentato del 32,7% rispetto a maggio 2022 e del 7,7% sul mese precedente. In particolare, nel mese di giugno l’aumento maggiore riguarda la produzione di automobili, cresciuta del 69% rispetto a maggio. Il numero di unità prodotte è aumentato del 92,1% rispetto a giugno 2022.

Segno più anche nei sei mesi, con un + 20% sul primo semestre del 2022. Complessivamente da gennaio a giugno le case automobilistiche hanno costruito 486.494 auto, il 19,2% in più rispetto al primo semestre del 2022.

Sempre a giugno sono aumentate anche la produzione di carrozzerie R&S (26,8% rispetto a maggio) e le parti e accessori per autoveicoli (+7,4% rispetto a maggio).

IMMATRICOLAZIONI, LE AUTO GREEN CONQUISTANO IL MERCATO

Il mercato delle automobili cresce e premia la sostenibilità. Infatti, a luglio le immatricolazioni di auto ad alimentazione alternativa hanno superato le vetture a combustibili fossili. Le vetture green hanno rappresentato il 53,4% del mercato totale, in aumento del 17,3% rispetto allo stesso mese del 2022. La classifica delle alimentazioni vede al secondo posto la benzina con 34.484 immatricolazioni, in leggera crescita rispetto a luglio dell’anno scorso. Cala invece il diesel, che si ferma a 21.072 unità.

Sono solo alcuni dei dati che emergono dal Focus di approfondimento, realizzato dall’Area Studi e Statistiche di ANFIA, che analizza nel dettaglio l’andamento e la struttura del mercato auto italiano.

LA CLASSIFICA DELLE IMMATRICOLAZIONI DI LUGLIO

Il mese scorso gli italiani hanno acquistato 63.590 automobili ibride e a batteria, contro le 54.194 di luglio dell’anno scorso. Le autovetture elettrificate hanno rappresentato il 43,5% del mercato di luglio. Le ibride mild e full sono aumentate del 16,7% rispetto a giugno, raggiungendo una quota di mercato del 35,6%.

Allo stesso tempo, sono cresciute anche le immatricolazioni di vetture ricaricabili (+10,6% nel mese, per una quota di mercato del 7,9%). In particolare, le registrazioni di nuove auto elettriche sono aumentate del 14,4% rispetto a giugno, facendo salire la quota di mercato al 3,4%. Un aumento che interessa anche le ibride plug-in, sebbene in maniera meno accentuata (+7,9%).

Crescono anche le immatricolazioni di autovetture a GPL (+35% su luglio 2022), il 9,9% delle nuove vetture. Al contrario, continua il calo delle vetture a metano: il mese scorso sono state registrate l’83,4% in meno rispetto a luglio 2022.

AUTO, LE MARCHE PIÙ VENDUTE A LUGLIO

Quali sono le marche di automobili più vendute a luglio? Fiat guadagna la prima posizione, con 14.332 unità. Il brand italiano stacca di 5.000 auto la seconda classificata, Volkswagen, che si ferma a 9.224. Terzo posto per Dacia, con 7.104 vetture vendute. Seguono Audi (5.934), Renault (5.876), Ford (5.606), Peugeot (5.528), Jeep (5.463) e BMW (5.159). All’ultima posizione troviamo Toyota, che ha venduto il 50,8% in meno di vetture rispetto allo stesso mese del 2022, appena 3.993.

IMMATRICOLAZIONI, LA CLASSIFICA DEL PRIMO SEMESTRE

Guardando ai sei mesi, la crescita delle auto ad alimentazioni alternative si ferma al 23,6%. Tuttavia, le vetture occupano una quota di mercato che si aggira intorno al 52,8%, +1,2% rispetto al primo semestre del 2022, secondo ANFIA.

Le vetture elettrificate hanno raggiunto una quota del 43,7%, grazie a un aumento dei volumi del 25,9%. Entrando nel dettaglio, da gennaio a giugno di quest’anno le registrazioni di ibride mild e full sono aumentate del 28,5%, arrivando così a toccare un market share del 35,3%.

Negli ultimi sei mesi anche le immatricolazioni di autovetture ricaricabili sono aumentate (16,4%), raggiungendo una quota di mercato dell’8,4%. Bene sia le elettriche sia le ibride plug-in, cresciute rispettivamente del 28,9% e del 7,7%.

Passando al gas, le immatricolazioni di autovetture a Gpl sono aumentate del 25,7%, mentre quelle di automobili a metano sono calate dell’86,2%.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.

Rispettiamo la tua privacy, non ti invieremo SPAM e non passiamo la tua email a Terzi

Torna su