Territori

Brasile, a gennaio record di produzione petrolifera

petrolio

Il Brasile sarà il terzo motore di crescita per l’offerta non Opec nel 2020 dopo gli Stati Uniti e la Norvegia

La produzione di petrolio del Brasile è aumentata del 20,4 percento rispetto all’anno precedente, stabilendo il nuovo record di produzione di 3.168 milioni di barili al giorno a gennaio, grazie al prolifico bacino pre-salt. Lo ha annunciato il regolatore petrolifero brasiliano ANP.

LE CIFRE

Il mese scorso, la produzione totale di petrolio e gas naturale del Brasile ha anche stabilito un nuovo record di produzione, superando per la prima volta in assoluto 4 milioni di barili di petrolio equivalente al giorno, ha detto il regolatore, osservando che la produzione combinata di petrolio e gas è stata pari esattamente a 4,041 milioni di boe / g.
La produzione di petrolio a gennaio 2020 è aumentata nel complesso del 2 per cento rispetto a dicembre 2019 e del 20,43 percento rispetto a gennaio 2019, ha detto l’ANP.

Nel gennaio 2020, la produzione brasiliana nell’area pre-salt è stata di 2.682 milioni di boe, pari al 66,37% di tutta la produzione di petrolio e gas naturale. La produzione di petrolio nell’area pre-salt ha toccato i 2.150 milioni di barili al mese scorso, ha detto il regolatore. Il giacimento di Lula è stato il maggiore produttore di petrolio del paese, con un pompaggio medio di 1,052 milioni di barili al giorno.

RECORDO PER PETROBRAS

All’inizio di questo mese, la compagnia petrolifera statale Petrobras ha annunciato di aver stabilito un altro record di produzione nell’ultimo trimestre del 2019, producendo oltre 3 milioni di barili di petrolio equivalente nel corso del periodo.

PER OPEC NEL 2020 IL BRASILE SARÀ IL TERZO MOTORE DI CRESCITA FUORI DAL CARTELLO

Si prevede che l’area pre-salt brasiliana aumenterà ulteriormente la produzione petrolifera del paese quest’anno, secondo l’ultimo Rapporto mensile del mercato petrolifero Opec di febbraio.
In questo modo il Brasile sarà il terzo motore di crescita per l’offerta non Opec nel 2020 dopo gli Stati Uniti e la Norvegia. Il cartello vede una fornitura non Opec in crescita di 2,25 milioni di barili, con la produzione brasiliana in aumento di 310.000 barili quest’anno.

Da giugno 2019, la produzione di petrolio greggio del Brasile è aumentata di 550.000 barili giornalieri in sei mesi, grazie ai campi di Lula, Buzios, Sapinhoá, Jubarte e Sul De Lula, che hanno incrementato la produzione alla media 1,74 milioni di barili al giorno nel 2019, ha dichiarato l’Opec nel suo report.