Territori

Bulgaria, 5 società in lizza per realizzare la centrale nucleare Belene

nucleare

Le cinque società sono state selezionate dalla Bulgaria da una rosa di 13 nomi che avevano inviato la manifestazione d’interesse a partire da marzo scorso

Saranno la cinese China National Nuclear Corporation (Cnnc), la sudcoreana Korea Hydro & Nuclear Power, la russa Atomenergoprom (sussidiaria di Rosatom), la francese Framatome e la statunitense General Electric le cinque società invitate dal governo bulgaro a presentare offerte vincolanti nell’ambito della gara per selezionare un investitore strategico per la costruzione della centrale nucleare di Belene. Lo ha annunciato il ministero dell’Energia di Sofia.

UNA ROSA DI 13 NOMI

Le cinque società sono state selezionate da una rosa di 13 nomi che avevano inviato la manifestazione d’interesse a partire da marzo scorso quando era stata lanciata la procedura per la scelta dell’investitore strategico da parte della Compagnia elettrica nazionale (Nec). La presentazione delle offerte vincolanti dovrà avvenire entro la fine di gennaio del 2020.

CONCLUSIONE DEL PROGETTO ENTRO 10 ANNI

Il governo bulgaro conta di concludere il progetto della centrale di Belene entro dieci anni per un costo di circa 10 miliardi di euro. Il rilancio del progetto di Belene e’ avvenuto dopo che nel 2012 la Bulgaria aveva annullato la precedente gara d’appalto, dovendo rimborsare oltre 600 milioni di euro alla societa’ che si era aggiudicato l’appalto, ovvero la russa Atomstroyexport.