Fact checking e fake news

Eni alla conquista della Norvegia

Intanto il Cane a sei zampe non trascura la ricerca e rinnova l’alleanza strategica con il Politecnico di Milano

Read More...

Fact checking e fake news

Saipem sempre più fornitore globale di soluzioni offshore

Tra i riconoscimento anche quello di essere tra le prime aziende italiane a conseguire il certificato internazionale ISO 37001:2016 “Sistemi di gestione anti-corruzione” Dopo essersi aggiudicata i lavori per lo sviluppo del campo di Zohr, il giacimento “supergiant” situato nel Mar Mediterraneo al largo delle coste egiziane, a Saipem viene affidata anche la gestione del campo sottomarino. Infatti, in consorzio con Petroleum Marine Services (PMS), principale società egiziana di servizi marittimi e di costruzione in mare, Saipem ha acquisito nell’offshore

Read More...

Fact checking e fake news

Tensioni internazionali e caro-petrolio infiammano bollette

Arera: elettricità +6,5% e gas +8,2%. In un anno quotazioni greggio +57% trascinano tutte le commodity energetiche Arriva una vera e propria stangata per le bollette dei consumatori. Arera ha comunicato l’aggiornamento trimestrale delle tariffe di luce e gas: dal prossimo 1° luglio la spesa per l’energia per la famiglia tipo in tutela registrerà un incremento del 6,5% per l’energia elettrica e dell’8,2% per il gas naturale, in controtendenza rispetto ai forti ribassi (-8% per l’elettricità e -5,7% per il

Read More...

Fact checking e fake news

Come e perchè Libia ed Iran fanno paura al mercato del petrolio

Se venissero meno le forniture di Libia ed Iran il mercato del petrolio dovrebbe rinunciare a 3 milioni di barili al giorno

Read More...

Fact checking e fake news

L’aumento della produzione fa calare il prezzo del petrolio

Arabia Saudita e Russia hanno votato, nonostante le resistenza di Iran e Venezuela, per un aumento della produzione di petrolio di circa un milione di barili al giorno, ma la cosa non piace ai mercati

Read More...

Fact checking e fake news

Tap: I cambi di rotta della Lezzi e i consumi di gas in calo (che non calano)

Per Tajani (presidente Parlamento Ue) e Barbagallo (Uil) non si può bloccare il progresso e pensare di non subire contraccolpi La Tap? “Vogliamo chiuderla”. E poi ancora: “Inutile, vecchia e dannosa, valuteremo”. Infine: “Personalmente la ritengo un’opera inutile. Ma c’è un trattato ratificato da cinque anni. Dobbiamo prenderne atto. Come promesso, faremo una valutazione attenta e responsabile che arrechi il minor danno possibile ai cittadini”. Le dichiarazioni sono tutte delle ultime settimane e arrivano dal neo-ministro per il Sud Barbara

Read More...

Fact checking e fake news

Le grandi opere non fanno per i 5Stelle

L’Italia non può permettersi di dire no alle grandi opere. Abbiamo già accumulato decenni di ritardi infrastrutturali con i Paesi che trainano l’UE

Read More...