Sostenibilità

Clima, l’approccio alla sostenibilità secondo BlackRock

BlackRock

Nel 2020 BlackRock ha ‘contato’ 44 aziende che stanno compiendo progressi insufficienti per integrare il rischio climatico. Di queste 53 hanno ricevuto un voto contrario della società“A gennaio, abbiamo delineato una serie di iniziative per rendere la sostenibilità il nostro nuovo standard di investimento, anche nelle nostre attività di gestione degli investimenti. Al centro di queste iniziative c’è la convinzione che il rischio climatico è il rischio di investimento”. È quanto si legge nel documento stilato da BlackRock sull’approccio adottato dal team BlackRock Investment Stewardship (Bis) a favore della sostenibilità.

IL RAPPORTO

“Oggi stiamo fornendo ai nostri clienti un rapporto su come BlackRock Investment Stewardship (BIS) ha aumentato quest’anno l’impegno legato al clima in relazione alle aziende che operano nei settori ad alta intensità di carbonio. Queste sono le aziende che affrontano rischi finanziari significativi nella transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio e, di conseguenza, presentano i maggiori rischi per gli investimenti dei nostri clienti”, spiega BlackRock.

DA 244 AZIENDE PROGRESSI INSUFFICIENTI, IN 53 AZIONI DI VOTO

“Nel 2020, tra quelle società con una significativa capitalizzazione di mercato combinata ed emissioni di CO2, abbiamo identificato: 244 aziende che stanno compiendo progressi insufficienti per integrare il rischio climatico nei loro modelli di business o divulgazione. Su queste società abbiamo intrapreso un’azione di voto contro il 53, o il 22%. Abbiamo messo in guardia le restanti 191 aziende, quelle che non fanno progressi significativi e che rischiano di avere un voto contro il management nel 2021”. Ma ci sono anche “esempi di aziende le cui informazioni, obiettivi e attività di business legate alle questioni climatiche si allineano alle nostre aspettative. Oltre 60 aziende rientrano in questa categoria”, evidenzia BlackRock.

TRA LE 53 AZIENDE MOLTE NEL SETTORE ENERGIA

Tra le 53 società citate per mancanza di progressi sul fronte del clima, per quanto riguarda il settore energetico, figurano, tra le altre, Cheniere Energy, Chevron, ExxonMobil, Noble Energy, Uniper SE.

“Attraverso questo rapporto, miriamo a fornire un quadro più approfondito sul nostro processo e sui nostri metodi di interazione con le aziende, sul nostro modo di lavorare per promuovere la trasparenza nella gestione degli investimenti, sia nelle nostre attività sia attraverso l’adozione di standard di divulgazione, sul nostro coinvolgimento con Climate Action 100+ e sull’importanza dei fattori sociali per la salute a lungo termine delle aziende e della società nel suo complesso”, conclude BlacRock.