Sostenibilità

Clima, temperatura verso aumento di 3 gradi

clima

Secondo i nuovi dati sul clima dell’Organizzazione Meteorologica Mondiale, i livelli di gas serra nell’atmosfera hanno raggiunto un nuovo record.

“Un nuovo rapporto del programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (Unep) rileva che, sulla base degli attuali impegni, il mondo si sta dirigendo verso un aumento delle temperature di 3,2 gradi. Sebbene i paesi del G20 rappresentino collettivamente il 78% di tutte le emissioni, solo cinque membri di loro si sono impegnati a raggiungere un obiettivo di emissioni a lungo termine”. È quanto riporta CityAM, il sito online del quotidiano finanziario londinese.

REGNO UNITO E FRANCIA FRA I PAESI AD AVERE LEGGI AD HOC, A BREVE ANCHE ITALIA E GERMANIA

Secondo CityAM, “di questi paesi il Regno Unito e la Francia sono gli unici due in Europa ad aver approvato al momento una legislazione che conferma i loro impegni giuridici. Mentre Germania, Italia e l’Ue a 28 sono in procinto di adottare leggi in tal senso”.

IL RISCHIO DEGLI EVENTI ESTREMI

Il gruppo intergovernativo dell’Onu sui cambiamenti climatici ha avvertito che andare oltre l’aumento di 1,5 gradi concordato nell’ambito dell’accordo di Parigi nel 2015 aumenterebbe la frequenza e l’intensità degli impatti climatici. Il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres ha infatti ricordato che malgrado per dieci anni l’Emissions Gap Report abbia lanciato l’allarme “per dieci anni, il mondo ha solo continuato ad aumentare le sue emissioni. Questo – ha proseguito – è il momento più importante per ascoltare la scienza. La mancata osservanza di questi avvertimenti e la mancata adozione di azioni drastiche per invertire le emissioni significa che continueremo ad assistere a ondate di calore, tempeste mortali e catastrofiche”.

OCCORRE AUMENTARE I NATIONALLY DETERMINED CONTRIBUTIONS

Il rapporto chiede a tutte i paesi di aumentare sostanzialmente nel 2020 i Nationally Determined Contributions (NDCs), così chiamati all’interno degli accordi di Parigi. Secondo Inger Andersen, direttore esecutivo dell’Unep, “la nostra incapacità collettiva di agire tempestivamente e con decisione sui cambiamenti climatici significa che ora siamo costretti a ridurre drasticamente le emissioni di oltre il 7% l’anno nel prossimo decennio. Questo dimostra che i paesi non possono semplicemente aspettare la fine del 2020, (quando ci saranno nuovi impegni sul clima, ndr) ma che ogni città, regione, impresa e singolo individuo devono agire subito”.

NUOVO RECORD DI EMISSIONI NEL 2018

Secondo i nuovi dati dell’Organizzazione Meteorologica Mondiale (OMM), i livelli di gas serra nell’atmosfera hanno raggiunto un nuovo record. Il bollettino pubblicato in questi giorni mostra che le concentrazioni medie di anidride carbonica hanno raggiunto 407,8 parti per milione nel 2018, rispetto alle 405,5 parti per milione nel 2017, ha ricordato CityAM.

PERSINO IL REGNO UNITO DEVE RADDOPPIARE IL TASSO DI DECARBONIZZAZIONE

“Sebbene il Regno Unito sia attualmente in testa al G20 in termini di tasso di decarbonizzazione, un rapporto della PwC della scorsa settimana ha rilevato che, per raggiungere l’obiettivo del 2050, avrebbe dovuto più che raddoppiare il tasso attuale del 3,7% al 9,7%”. clima