skip to Main Content

Come e perché l’Ucraina spinge per la morte del Nord Stream 1

Nord Stream 2

I funzionari di Kiev spingono per trasferire i flussi del gas naturale dal Nord Stream 1 all’oleodotto che attraversa l’Ucraina

La guerra tra Russia ed Ucraina è, anche, la guerra dell’energia. Ed è su questo fronte che l’Ucraina prova a spingere per fare la differenza: Kiev, dietro le quinte, sta lavorando per convincere gli alleati occidentali a trasferire le spedizioni russe di gas naturale dal gasdotto Nord Stream 1 all’oleodotto ucraino.

Obiettivo? Costringere Mosca ad aumentare le tasse di transito e a fare più attenzione a non danneggiare gli oleodotti che attraversano l’Ucraina. Andiamo per gradi.

I NUMERI DI OGGI

Partiamo dai numeri. Ad oggi, Mosca sposta, verso l’Europa, 55 miliardi di metri cubi di gas naturale all’anno in Germania sul Nord Stream 1 ed altri 40 miliardi di metri cubi attraverso il sistema di trasporto del gas dell’Ucraina, pagando le tasse di transito a Kiev in dollari USA.

I COLLOQUI CON WASHINGTON

L’Ucraina punta a modificare i flussi. I rappresentanti dell’operatore del gasdotto ucraino e della società di gas Naftogaz hanno trascorso una settimana a Washington incontrando funzionari dell’amministrazione e legislatori del Congresso per esortarli a convincere la Germania e altri alleati europei a diminuire i flussi sul Nord Stream 1 e aumentare quelli dell’oleodotto ucraino.

In particolare, i funzionari hanno proposto di reindirizzare immediatamente il 40% della capacità del Nord Stream 1 al gasdotto ucraino, aumentando gradualmente fino al 100% entro aprile 2023.

LA STRATEGIA DI KIEV

L’obiettivo è quello di aumentare l’influenza di Kiev, secondo quanto scrive Reuters. Tutto questo, infatti, costringerebbe la Russia a spostare una parte maggiore del suo gas diretto all’Europa attraverso l’Ucraina. Ciò farebbe pagare a Mosca più tasse di transito e questo potrebbe aiutare le casse ucraine in tempo di guerra.

Non solo. Se la maggior parte del gas russo verso l’Europa passasse per l’Ucraina, questo porterebbe la Russia a far molta attenzione dal danneggiare i gasdotti che passano da Kiev (vendere gas al Vecchio Continente è fondamentale per Mosca).

EUROPA, MOSCA E KIEV

La Russia “dipende da noi che trasportiamo gas dalla Russia all’Europa. Questo è qualcosa su cui fare leva nelle nostre discussioni con loro e l’Europa può aiutare”, ha affermato Olga Bielkova, direttrice degli affari internazionali per il Gas Transit System Operator dell’Ucraina, in un’intervista a Washington .

Lo spostamento di tutto il Nord Stream 1 nel sistema ucraino “fornirebbe a Kiev una maggiore influenza su Mosca e dimostrerebbe al Cremlino che l’Europa sta legando la propria sicurezza a quella dell’Ucraina”, ha detto Daniel Vajdich, un consigliere di Naftogaz.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Gyc

live
Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore