skip to Main Content

Per ridurre la domanda di petrolio occorrono parsimonia ed efficienza. Le proposte (vaghe) di T&E

Petrolio Ue

Cosa dice il report di Transport & Environment sui consumi di carburante in Unione europea. Fatti, numeri e scenari

La proposta arriva da una serie di Organizzazioni non governative, il momento è quello condizionato dalla ricerca (soprattutto) europea di nuovi fornitori e nuove garanzie per il proprio futuro energetico. Ieri, in proposito, è entrato in vigore l’embargo al carbone russo dopo la decisione di aprile.

Adesso, Usa e Australia entrano in campo anche in questa partita. E l’Italia punterà sulle sue sette centrali.

AIE: AUMENTANO I PREZZI DEL GAS, AUMENTA IL RICORSO AL PETROLIO

Quella del petrolio e del gas, però sono questioni ben più ardue da affrontare. Proprio oggi, nell’Oil Market Report di agosto, l’Agenzia Internazionale dell’Energia ha reso noto che i prezzi record europei del gas naturale stanno stimolando un “sostanziale” passaggio da gas a petrolio.

“Questi guadagni straordinari, concentrati in modo schiacciante in Medio Oriente e in Europa, mascherano una relativa debolezza in altri settori, ma spingeranno la domanda al rialzo di 2,1 milioni di barili al giorno a 99,7 milioni di barili al giorno nel 2022 e di ulteriori 2,1 milioni di barili al giorno a 101,8 milioni di barili al giorno nel 2023″, si legge nel rapporto mensile sul petrolio.

Con Bruxelles che da agosto a marzo 2023 ridurrà del 15% i consumi di gas, aumenterà la domanda di petrolio di circa 380.000 barili al giorno per i prossimi sei trimestri.

COME RIDURRE I CONSUMI DI CARBURANTE

Torniamo allora a bomba. Per ridurre la domanda di petrolio, dicono le Ong, possono essere adottate misure a varia scadenza. Nel rapporto “Come l’Europa può tagliare un terzo della sua domanda di petrolio entro il 2030”, si citano proposte come l’elettrificazione accelerata del trasporto dalle auto ai camion o – sempre come misura a breve termine – l’aumento dell’efficienza del carburante delle navi, il miglioramento dell’efficienza del trasporto merci su strada.

“Spostare dall’uso dell’auto privata a modalità di trasporto prive di fossili (come camminare e andare in bicicletta), o più efficienti (trasporto pubblico) e spostare alcune merci su rotaia o nelle aree urbane a veicoli elettrici o di consegna in bicicletta”, dice Transport & Environment. Che per il trasporto navale parla di riduzione della velocità, per quello aereo di tagli di voli aziendali. Meno problematico, invece, è il trasporto ferroviario. I suggerimenti per l’Ue sono serviti anche se non danno l’impressione di essere particolarmente illuminanti.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

live
Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore