Fact checking e fake news

Eni, Hera, Edison, A2a (e non solo): ecco chi vuole accaparrarsi i clienti di Ascopiave

Terna

Eni, Engie, A2a, Hera e altre aziende in corsa per il bussiness retail e per il business delle reti gas di Ascopiave


Ascopiave, società per azioni italiana, costituita nel 2004, ha deciso di potenziare la presenza nel settore della distribuzione del gas liberandosi della cessione al dettaglio ed è alla ricerca di un partner di maggioranza per i circa 700mila clienti elettricità e gas.

Nella giornata di ieri, 15 Aprile,scadevano i termini per presentare le offerte non vincolanti per il ramo vendita di gas ed elettricità della società di servizi trevigiana e in corsa ci sarebbero diversi big di settore.

A presentare un’offerta per il business retail e per il business delle reti gas sarebbero stati Edison, che assistita da Mediobanca, mette sul piatto Infrastrutture Rete Gas (130mila contatori circa con una presenza forte su Padova) e un conguaglio cash; Hera, che propone una partnership sulle reti con la controllata AcegasApsAmga; e Alperia-Dolomiti. Anche A2A, AIM Vicenza ed AGSM Verona sono interessati al pacchetto completo e hanno deciso di unirsi in una cordata presentato un’offerta congiunta non vincolante, in coerenza con la lettera di intenti firmata lo scorso 20 marzo.

Eni, Engie e il consorzio Vivigas-Bluenergy, secondo indiscrezioni del Sole 24 Ore, avrebbero presentato un’offerta solo per i clienti e Italgas, invece, sarebbe interessata solo per le reti.