Sostenibilità

In calo il boom dell’eolico tedesco

Germania

La lentezza dei tassi di autorizzazione e il passaggio alle aste competitive sono all’origine del forte rallentamento degli incrementi annuali. Ma il vento rimane la seconda fonte nel mix energetico tedesco dopo il carbone

Cala il boom tedesco dell’eolico. Secondo gli ultimi dati resi disponibili, a novembre la Germania ha incrementato di soli 98MW l’energia prodotta dal vento. Nel corso dell’anno si sono coperti con questa fonte 2,6GW, il 47% in meno rispetto al 2017, secondo quanto evidenziato dai dati del regolatore di rete federale tedesco BnetzA.

LENTEZZA NELLE AUTORIZZAZIONI E ASTE COMPETITIVE LA CAUSA DEL RALLENTAMENTO

eolico onshoreLa lentezza dei tassi di autorizzazione e il passaggio alle aste competitive sono all’origine del forte rallentamento degli incrementi annuali dopo l’aggiunta di quasi 20 GW dalla riforma della legge sulle energie rinnovabili nel 2014. Le approvazioni di nuovi progetti sono rallentate e ora procedono con il contagocce con appena 1,1 GW approvati nei primi nove mesi del 2018 a causa di ritardi legali e amministrativi, come ha ammesso un recente rapporto della società di consulenza FA Wind. L’approvazione di circa 10 GW bloccati nel processo autorizzativo potrebbe però essere la chiave per la crescita e il successo delle aste nel 2019, ha detto l’associazione di settore BWE.

NEL 2019 SEI ASTE EOLICHE PER COMPLESSIVI 3.675 MW DI CAPACITÀ

La Germania dovrebbe offrire 3.675 MW di capacità eolica onshore attraverso sei aste nel 2019 a partire da febbraio. Le offerte massime sono state fissate da BNetzA a 62 euro/MWh.

EOLICO SECONDA DONTE DI PRODUZIONE ENERGETICA DOPO IL CARBONE

Nel frattempo la produzione di energia eolica tedesca è sulla buona strada per un altro anno record con una produzione annua stimata a 110 TWh, come mostrano i dati dei TSO aggregati dal Fraunhofer ISE. I dati includono l’eolico offshore (attualmente superiore a 6 GW) nel Mare del Nord e nel Mar Baltico, che beneficia di fattori di carico più elevati. L’energia eolica è ora la seconda fonte di produzione tedesca dopo la lignite, coprendo il 19% della domanda nazionale di energia elettrica nel 2018, secondo le stime di BDEW.