Sostenibilità

Eolico, si pensa all’offshore davanti alle coste di Rimini

rinnovabili

L’idea del parco eolico è stata, infatti, al centro di un convegno promosso dalla società Energia 2020 in collaborazione con la Provincia di Rimini

Per la prima nel 2012 la Provincia di Rimini aveva pensato e realizzato un primo studio per la realizzazione di un parco eolico in mare per sfruttare il vento dell’Adriatico. Ora, a distanza di sette anni, l’idea torna di nuovo in auge insieme a una serie di imprenditori pronti ad investire.

L’IDEA AL CENTRO DI UN CONVEGNO A RIMINI

In un convegno che ha raccolto istituzioni pubbliche e imprenditori che si è tenuto in questi giorni, si torna a ragionare sulle occasioni che può rappresentare questo progetto. L’idea del parco è stata, infatti, al centro di un convegno promosso dalla società Energia 2020 in collaborazione con la Provincia di Rimini, dal titolo ‘Eolico offshore in Adriatico, un progetto possibile’ cui hanno preso parte istituzioni pubbliche (Comune, Provincia, Regione, Anci), esperti e imprenditori.

LA PROVINCIA DI RIMINI D’ACCORDO

“’Vedremo di andare a recuperare quella progettazione – ha detto il presidente della Provincia di Rimini, Riziero Santi secondo quanto si legge sul sito di Teleromagna24.it -. Vedremo di andare a recuperare quell’elaborazione e mettere insieme tutti i soggetti. Sono qui per dire che la Provincia c’è’. Ci sono già degli imprenditori interessati? ‘A me risulta di sì – ha risposto Santi -. È necessario verificare l’impatto ambientale, la compatibilità ambientale degli interventi stessi. Su questo abbiamo un tavolo con la Regione e altri soggetti. Sarà necessario avere anche il Ministero’”.

ANCHE IL COMUNE DI RIMINI HA PARLATO DI PROGETTO POSSIBILE

Stesso discorso per l’assessora all’Ambiente del Comune di Rimini, Anna Montini, che ha parlato di “progetto possibile”, anche se non “sottocosta, sicuramente a qualche miglio di distanza dalla costa dove l’intrusione visuale è sostanzialmente nulla”. Per l’assessora la distanza potrebbe essere quella di 5 miglia, scrive ancora Teleromagna24.it.