skip to Main Content

Gas, la Russia prenota poca capacità anche da Yamal. Altra mazzata per l’Ue?

Gas

Sono 30,75 milioni di m3/g i diritti di trasporto Gas prenotati lungo il transito di Yamal, degli 87,2 milioni di m3/g offerti per la rotta che attraversa Bielorussia, Polonia e termina in Germania

L’Europa, già alle prese con problemi di tariffazione delle bollette di gas e luce schizzate alle stelle in tutto il Vecchio Continente, potrebbe ricevere a breve un’altra mazzata dalla Russia.

MENO DELLA METÀ DI CAPACITÀ DA YAMAL

Il colosso del gas russo Gazprom, riferisce S&P Global Platts, ha infatti prenotato il 20 settembre “meno della metà della capacità di trasporto di gas naturale offerta dal gasdotto Yamal da ottobre, aggravando la crisi energetica in Europa. I dati delle case d’asta GSA e RBP hanno mostrato che un totale di 30,75 milioni di m3/g di diritti di trasporto sono stati prenotati lungo il transito di Yamal, degli 87,2 milioni di m3/g offerti per la rotta che attraversa Bielorussia, Polonia e termina a Mallnow in Germania”.

“Fonti di mercato sospettano che il recente aumento dei prezzi all’ingrosso sia dovuto alla mancanza di volumi disponibili per ottobre, il primo mese del nuovo anno termico, e un nuovo anno termico per il quale Gazprom deve ancora prenotare la capacità di Yamal per il resto dell’inverno”, si legge ancora.

Questa situazione si aggiunge alla mancanza di prenotazioni aggiuntive di capacità attraverso l’Ucraina in entrata a Sudzha, anche per il transito verso la Moldova l’ultimo baluardo delle prenotazioni mensili aggiuntive russe attraverso il paese”.

SOLO CAPACITÀ UCRAINA IN ATTESA DI NORD STREAM 2

“Questi risultati confermano quasi una strategia russa di utilizzare solo la capacità ucraina di 40 mld di mc/anno con qualsiasi fornitura aggiuntiva proveniente dal Nord Stream 2”, ha sottolineato S&P Global Platts.

GAZPROM SI DIFENDE

Gazprom si è tuttavia difesa dalle accuse e ha fatto sapere che sta cercando di soddisfare la domanda di più gas in Europa e rispettando tutti i suoi obblighi, si legge su S&p Global Platts.

I PREZZI ATTUALI

I prezzi del gas in Europa sono attualmente a livelli record, con forniture di gas russo inferiori al previsto. Il contratto di riferimento TTF day-ahead ha superato 70 euro/MWh la scorsa settimana, secondo le valutazioni di S&P Global Platts.

CRITICHE A GAZPROM

Come detto, Gazprom è stata criticata per non aver prenotato capacità aggiuntive attraverso l’Ucraina e la Bielorussia per fornire più gas all’Europa in questo periodo, ma l’azienda ha detto che il suo obiettivo è rimasto quello di soddisfare gli obblighi dei clienti europei.

LA LETTERA DEGLI EURODEPUTATI

Gli attacchi a Gazprom hanno raggiunto un nuovo livello la scorsa settimana, quando un gruppo di eurodeputati ha inviato una lettera alla Commissione europea, sollecitando Bruxelles a lanciare un’indagine sul recente comportamento di mercato di Gazprom in Europa.

“Chiediamo alla Commissione europea di aprire urgentemente un’indagine sulla possibile manipolazione deliberata del mercato da parte di Gazprom e sulla potenziale violazione delle regole di concorrenza dell’UE”, hanno scritto 43 eurodeputati nella lettera.

Back To Top